L’unico vero iPod è lo Shuffle

Per molti di noi, in passato, iPod era sinonimo di “lettore MP3”. Forse i meno avvezzi conoscevano addirittura solo la parola “iPod”, che identificava quell’aggeggino bianco che ti permetteva di portarti appresso la tua musica preferita. I più appassionati hanno sempre avuto da ridire, specialmente perché si recriminava il fatto che tutto il successo degli iPod era ingiustificato, poiché c’erano lettori musicali in grado di offrire più funzioni, una qualità audio migliore, più autonomia e flessibilità d’uso. Beh, era vero, ma potevamo farci nulla, il marketing Apple è stato bravo al punto tale da mettere tutti i tacere e riservare all’iPod un posto nella storia.

Oggi tutti i dispositivi “di mela marchiati” sono dotati di una componentistica tale da offrire una buona resa audio, almeno alla pari di tanti altri dispositivi. Cercare la differenza tra i vari lettori MP3 in circolazione ha perso d’interesse, poiché si sono raggiunte vette molto vicine ai limiti fisici dei dispositivi. In altre parole, non si può chiedere molto di più a dispositivi portatili e compatti come sono i lettori moderni. Con la tecnologia di cui disponiamo, non possiamo andare tanto oltre da punto di vista della qualità audio.

Le differenze tra i vari modelli persistono, ma sono più legate all’ergonomia d’uso e alle funzionalità aggiuntive. Chi si trova per le mani un iPod, oggi, più che altro, storce il naso per il legame che c’è tra i lettori Apple e iTunes, da cui in un modo o nell’altro bisogna passare per usarli in tutte le loro funzioni. Passato questo ostacolo immaginario – più che altro è una questione di accettare o meno la filosofia Apple, non è un vero problema – ecco che i vari modelli si confrontano a suon di facilità d’uso e funzioni aggiuntive.

Ed è per questo motivo che molti lettori moderni hanno perso la loro indole, sono stati snaturati e solo pochi fanno ancora quello che devono fare, cioè riprodurre musica. Immagini, video, RSS, rubriche telefoniche e agende, tutte funzioni che, all’atto pratico, servono a ben poco. Lo Shuffle è l’unico vero iPod di Apple, che parafrasando diventa “lo Shuffle è l’unico vero lettore MP3 di Apple”, ed è anche uno dei migliori mai prodotti. È piccolo, forse il più piccolo lettore MP3 in circolazione, leggero, la clip è larga e permette di attaccarlo ovunque. I comandi sono semplici, è solido, elegante e fa quello che deve fare, punto. Peccato solo che Apple non abbia abbinato il nuovo Shuffle all’auricolare compreso con il modello 3G, cioè quello con i comandi a filo, perché questo abbinamento è il massimo.

Insomma, Apple, sai già cosa fare per lo Shuffle dell’anno prossimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *