Galaxy Note, un diario per scoprirlo – Giorno 6, foto e video

L’altro passo di questo diario riguarda foto e video. Il sensore CMOS da 8 megapixel cattura foto dalla risoluzione massima di 3264 x 2448 pixel, video a risoluzione Full-HD e non manca il flash LED. Niente di nuovo dal fronte qualità. La stragrande maggioranza degli smartphone usa una manciata di sensori, e tutti si comportano più o meno allo stesso modo.

 

La qualità è sufficiente, senza raggiungere l’eccellenza, e ritroviamo le solite debolezze nella gestione della luce alta e bassa. C’è però qualcosa che vale la pena sottolineare. Dimensione e risoluzione dello schermo influiscono positivamente sulla visione delle foto dal telefono. Dopotutto siamo stati abituati, e ancora molti lo sono, a stampare foto nel classico formato A6. Le dimensioni del Note sono di circa il 20% inferiori rispetto a una foto, quindi diventa più sensato usare l’album fotografico, mentre su schermi più piccoli è soprattutto il soddisfare una necessità.

Andando oltre la qualità, la fotocamera dello smartphone è un oggetto creativo, la cui creatività è direttamente proporzionale alla quantità di funzioni offerte dal software. Il Note è interessante per questo aspetto.

Potrete scegliere tra sei modalità di scatto, oltre a quella classica. Panorama, Sorriso, Fumetto ma anche “Share Shot”, che invia lo scatto tramite Direct Wi-Fi al dispositivo connesso. Le modalità scena (che regolano la compensazione della luce e i tempi di scatto) sono ben 13. Potrete controllare il solito valore di esposizione (+ e -2), due modalità di messa a fuoco (volti e macro) oltre a quella automatica, timer a 2, 5 e 10 secondi e tre effetti grafici, negativo, bianco e nero e seppia. La risoluzione è selezionabile su molti livelli (è un’opzione spesso sottovalutata), da 0,4 megapixel fino a otto. C’è il bilanciamento del bianco su quattro livelli, il valore ISO si spinge fino a 800, la misurazione dell’esposizione (centro, spot, matrice), il contrasto automatico, rilevamento occhi chiusi e tag GPS. Eccezione fatta per la modalità di ripresa, tutte le opzioni si ripetono per la ripresa video.

All’atto pratico posso quindi dire che non segna un nuovo traguardo in termini di qualità, ma lo schermo e la risoluzione rendono giustizia alle foto, facendo diventare piacevole l’uso dello smartphone come album fotografico, e il software della fotocamera è molto completo e permette di divertirsi scattando foto creative.

Condividi

  • Facebook
  • Google Plus
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Email
  • RSS