Perché Android non riesce a battere la densità pixel dell’iPhone 4?

In questi giorni alcuni si stano interrogando su quella che potrebbe sembrare una domanda lecita: perché l’iPhone 4 mantiene, a distanza di tempo, il primato come densità di pixel (approfondimento densità pixel) con il suo Retina Display? O meglio, perché gli smartphone Android non riescono a eguagliare le caratteristiche?

La densità di pixel misura la quantità di pixel racchiusi in un pollice quadrato, ed è una misura dipendente dalla risoluzione grafica e dalla dimensione dello schermo. Più la risoluzione è alta, a parità di dimensione dello schermo, maggiore è la densità pixel.

iPhone 4 ha uno schermo da 3,5” e risoluzione di 960×640 pixel. Gli smartphone Android con schermi della stessa dimensione offrono una risoluzione di 800×480 pixel / 854×480 pixel, mentre il meglio si raggiunge con gli schermi qHD, dalla risoluzione di 960×540 pixel – abbiamo visto anche i primi modelli HD, ma su dimensioni più generose.

La prima teoria è quella di Jin Kim (Displayblog), che parla di una limitazione di Android nel rendering della grafica, che porterebbe ad avere elementi a schermo troppo piccoli con l’aumentare della risoluzione tenendo fissa la diagonale dello schermo. Non condividiamo questa teoria. Anche se le specifiche Android indicano come dimensione delle icone 64×64 pixel, la grafica può essere personalizzata per ovviare a un possibile problema di dimensione, come succede con alcuni Launcher. Personalizzazioni e lavori di programmazione sul sistema operativo a parte, vi sembra una limitazione?

Quello che vedete in questo video è uno smartphone Sharp IS03, dotato di schermo da 3.5 pollici e risoluzione di 960×640, quindi con la stessa densità pixel dell’iPhone. Altri si avvicinano, come il Meizu M9, dotato della stessa risoluzione e schermo da 3.6 pollici.

John Gruber, che ha approfondito lo spunto di Jin Kim, parla di un possibile limite tecnico derivante dalla dimensione dei moduli LTE, ed è probabilmente la motivazione più sensata. I modelli come lo Sharp non sono infatti LTE. Parla anche di quantità di energia necessaria, ma in questi casi gli smartphone si evolvono in spessore più che larghezza.

Detto questo, sfatiamo il mito di qualche limitazione di Android sulla possibilità di raggiungere la densità pixel dell’iPhone. Dopotutto, nemmeno l’iPhone esiste in versione LTE, e questo avvalora l’ipotesi della dimensione del modulo dati. Se esistesse, oggi, un iPhone LTE, probabilmente avrebbe uno schermo più grande (o uno schermo delle stesse dimensioni in un involucro più voluminoso, che probabilmente non sarebbe così bello da vedere).

Lo sviluppo della tecnologia permetterà di implementare la tecnologia LTE in moduli dalle dimensioni più contenute, e quando questi saranno disponibili, lo saranno anche gli smartphone con dimensioni contenute basati su questa tecnologia dati, senza distinzione tra iPhone o Android.

È quindi principalmente una questione di scelta, e non di discrepanze tra Android e iPhone.

Condividi

  • Facebook
  • Google Plus
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Email
  • RSS
  • Pingback: Perché Android non riesce a battere la densità pixel dell’iPhone 4? | buonaguida.com

  • Pingback: Perché Android non riesce a battere la densità pixel dell’iPhone 4? | buonaguida.com

  • D_m_b

    Semplicemente perchè gli Android di punta hanno schermi più grandi (come dimensioni in pollici).
    Lamentarsi della minor densità di pixel in uno schermo più grande che ha superiore risoluzione come quello del Nexus (quindi +risoluzione e + dimensione) è come lamentarsi del fatto che una Bmw 330i pesa di più di una Golf.

  • http://www.facebook.com/profile.php?id=1492927344 Ilario Farina

    ma che articolo e’? hanno presentato anche il sony s che ha una densita’ di 342pp. di che stiamo parlando esattamente?

  • http://twitter.com/gmaverick8385 Giovanni Naso

    Ha ragione Ilario Farina; è stato presentato Sony XPERIA S con dislpay da 4.3 pollici e risoluzione 1280×720 quindi densità appunto di 342pp. Anche io non sto riuscendo a capire cosa si dica in questo articolo.

  • http://www.tomshw.it/ Andrea Ferrario

    Xperia S ha uno schermo da 4.3 pollici. Stiamo parlando del fatto (in verità è una domanda a cui sto rispondendo, non me la sono fatta io) che non esistono smartphone Android LTE con le stesse caratteristiche dell’iPhone 4, quindi schermo da 3,5″ e stessa densità pixel.

  • http://www.tomshw.it/ Andrea Ferrario

    Risposto sopra.

  • http://www.tomshw.it/ Andrea Ferrario

    Beh, ma che centra? A parte che nessuno si sta lamentando, è un contributo – e in parte una smentita – alla discussione e tesi di Gruber.

  • http://bianconiglio06.blogspot.com/ Marco

    io invece non ho capito che c’entra l module lte con la risoluzione dello schermo?! Il primo è un componente radio per agganciare il cell alle reti mobili di nuova generazione l’altro è il numero di pixel che si riescono a ficcare a paità di dimensioni… e quindi??

  • Phenomena14385

    La Sony resta la migliore.

  • Pingback: Perché Android non riesce a battere la densità pixel dell’iPhone 4? | buonaguida.com

  • Roslogiac

    1) perchè fare un telefono con un un display fullrgb con alto ppi è costoso, e l’utente android medio può e vuole spendere meno dell’utonto Apple.
    2) gli smanettoni sono più android oriented ed essi sono più attenti a come moddare una rom, undervoltare e overcloccare il procio, benchmarkando l’ultimo kernel, piuttosto che avere un oggetto estaticamente (e quindi in primis nel display) top-notch.
    3) perchè ci sono produttori come la sammy che con la tecnologia amoled, con qui si è fissata, non riesce proprio a salire di subpixel per inch, e vuole far passare l’attenzione tecnologica dal ppi o subppi alla diagonale. Ma l’effetto “jaw-dropping” non è dato solo da nero vero nero, o dalla diagonale pompata sempre di più come se più grande fosse sinonimo di “meglio”, ma anche e sopratutto dal ppi unitamente al subppi. Ma per sammy valgono 2 considerazioni: non ci riesce propri a salire di subppi (ha dichiarato che ci sono problemi tecnici col fullrgb) e vuole avere un buon margine di guadagno, risparmiando tramite la tecnologia pentile e cmq riducendo il ppi anche su dispay HD come l’enorme S3 (parentesi: grande per grande, pentile per pentile meglio il note… quando si decideranno a rimanere nella categoria dei telefoni ci facciano un fischio).

  • http://www.androiday.com/ Francesco “The Android Man”

    Secondo me è solo una questione di marketing. Apple punta a rendere sempre più eleganti i suoi prodotti e sicuramente uno schermo ultra definito è necessario a quello scopo. Mentre gli utenti/produttori di smartphone android non sono cosi’ accecati dal design e si limitano a creare degli schermi più che buoni.

  • ArticoloVECCHIO

    Articolo vecchio che andrebbe immediatamente RIMOSSO!
    Sia samsung galaxy s4 che sony xperia z, pur avendo schermi enormi da 5 pollici, superano di ben 100 ppi lo schermo dell’iphone 5. Oramai la gente si deve arrendere al fatto che anche le altre marche hanno eguagliato Apple ed anche superata. Basta con questa storia del nome.