Sitecom MD-273, mediaplayer essenziale e compatto

MD-273 è un mediaplayer targato Sitecom, venduto a 100 euro. I prezzi in questa particolare area di mercato si sono contratti mese dopo mese, e se fino a un paio di anni fa erano necessari più di 100 euro per un riproduttore multimediale base, oggi si parte da meno di 50 euro.

Certo c’è differenza tra un modello da 50 euro e uno che costa quattro o cinque volte tanto. Queste differenze però si appianano nella fascia più bassa, fino a diventare principalmente una questione di qualità costruttiva, connessioni, spazio d’archiviazione – dove presente – e accessori. Buona parte del prezzo è poi determinata anche dalla forza del brand stesso, intesa come la capacità di produrre o acquistare – e personalizzare -  a un prezzo limitato, per quindi rivendere il prodotto a un costo conveniente.

Le differenze nel software, anche se a prima vista sembrano molte, sono invece minime. La compatibilità con i differenti formati è ormai ampia e pochi modelli oggigiorno non supportano la risoluzione HD. Anche le interfacce grafiche hanno molti punti in comune, come la suddivisione dei menù in base alla tipologia di contenuto (musica, immagini, video), ma un’interfaccia semplice e pulita può fare la differenza.

Un buon player multimediale oggi è un mix di hardware, software (interfaccia) e servizi aggiuntivi, dove l’hardware è solo una piccola parte dell’equazione. L’importante è che sia sufficiente per supportare in maniera adeguata il software e i servizi, evitando quindi rallentamenti o scarsità di risorse. L’esperienza utente non deve essere inficiata da troppi tempi d’attesa, e un click sul telecomando deve corrispondere velocemente a un’azione a schermo, comportamento che non è così scontato con un prodotto economico.

Il prodotto Sitecom non soddisfa tutte queste necessità, quindi ha alcuni difetti, difetti che però devono essere valutati anche in base al prezzo d’acquisto. L’MD-273 è definito “network player”, e ciò indica principalmente il fatto che non è dotato di un hard disk interno, e che basa il suo funzionamento sulla presenza di una risorsa di rete. Non è però del tutto vero, perché nella facciata anteriore sono presenti due porte USB a cui è possibile collegare un pen drive o anche un hard disk esterno da cui leggere i contenuti audio/video.

Questa modalità di fruizione dovrebbe però essere considerata come secondaria, una sorta di comodità quando volete visualizzare sul grande schermo un video o alcune foto scaricate poco prima dal vostro PC. In verità è più di una “possibilità”, almeno per chi non ha le competenze necessarie per sfruttare la connettività di rete o chi, semplicemente, non vuole acquistare un NAS o lasciare acceso un altro computer da cui leggere i file. Sfruttare la rete per leggere i file non è però complicato, perché una volta connesso tramite la porta Ethernet, o tramite un dongle Wi-Fi – da inserire in una delle due porte USB frontali – il software si configurerà autonomamente e cercherà le risorse di rete (cioè PC o hard disk) presenti sulla stessa rete. Guardare sulla TV in salotto il film presente nel PC sarà quindi semplice quanto fare un doppio click sul file; sfogliate la cartella, scegliete il video e premete play.

Potrete collegarlo al televisore con un cavo HDMI, se volete sfruttare l’alta risoluzione, o con un cavo composito e S/PDIF per l’audio. Interagirete con un piccolo telecomando, dotato solo dei comandi essenziali e di una croce direzionale per muovervi tra gli elementi dell’interfaccia. L’unico tasto presente è quello di accensione.

L’interfaccia non rompe i canoni descritti primi, ed è divisa in quattro sezioni: film, musica, foto e online, assieme a due link aggiuntivi, “dispositivo per la rimozione” – che equivale alla rimozione sicura di Windows, e “Menu impostazioni”. Il menù si sfoglia solo verso destra e sinistra per passare da un menù all’altro, il che non è molto intuitivo.

Quando inserirete un pendrive o un’altra risorsa dove sono presenti dei file multimediali, il lettore effettuerà una scansione per riconoscere i file. In questo modo potrete usare le funzioni di navigazione tramite genere, ordine alfabetico o artista. In alternativa potrete sfogliare direttamente i file presenti all’interno del dispositivo connesso o la risorsa di rete. In questo caso dovrete però scegliere prima il tipo di file che state cercando; per capirci, se scegliete di sfogliare i file presenti nella pendrive dal menù “musica”, per esempio, vedrete solo i file musicali e non i video e le immagini. Ovvio, qualcuno potrebbe dire, non è tuttavia l’approccio ideale perché costringe l’utente a un’ulteriore scelta; manca la possibilità di leggere semplicemente il file e lasciare al mediaplayer, in seconda istanza, capire se si tratta di musica, foto o video, e avviarne la riproduzione corretta.

I servizi Internet disponibili sono YouTube XL, vTuner, Yahoo Weather, Flickr, Yahoo Finance, Mediafly, Picasa. Aiutano a passare un po’ il tempo, ma non sono determinanti per l’acquisto.

Di seguito un riepilogo dei file e modalità supportate:

Image resolution

  • Normal (4:3)
  • Widescreen (16:9)
  • 480i, 480p, 576i, 576p, 720p, 1080i, 1080p

Audio

  • Up to 24 bits
  • MPEG
  • Dolby Digital
  • DTS 2.0 + Digital Out

Formati audio

  • MP3 (CBR, VBR 32~320kbps), MP2, WAV/PCM/LPCM, AAC (Mpeg 4), AC3 (Dolby), FLAC, WMA, WMA Pro, OGG

Formati video

  • Mpeg 1, Mpeg 2, Mpeg 4 (ASP), Mpeg 4 (AVC HD/H264), WMV9, VC-1, MKV, AVI (Mpeg 4/AVC), DivX, VOB/ISO/IFO, DVR-MS, ASF, MOV (Mpeg 4/H.264), DAT (VCD/SVCD), FLV

Immagini

  • GIF, BMP, JPEG, TIF/TIFF, PNG

Il mediaplayer Sitecom è essenziale, non ha fronzoli o funzioni che lo elevano sopra i concorrenti, ma fa quello che dice. La compatibilità file è estesa, quindi non avrete problemi di riproduzione di alcun tipo, compresi i file MKV ad alta risoluzione o le immagini di DVD o Blu-Ray. L’interfaccia grafica non è delle più accattivanti, e il telecomando poteva essere migliore. Interessante aggiunta è l’applicazione per iOS, che trasforma il vostro iPhone o iPod in un telecomando.

 

Condividi

  • Facebook
  • Google Plus
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Email
  • RSS