Iomega TV with Boxee, media player e NAS per appassionati

Foto, video, musica, eccezione fatta per chi ha in programma di lasciare il mondo civilizzato e ritarsi in un monastero o un convento, tutti gli altri hanno a che fare, tutti i giorni, con contenuti multimediali. A quelli autoprodotti, acquistati o scaricati da Internet, si aggiungono quelli che ci propinano involontariamente sui canali sociali. Se usate Facebook, sapete cosa significa avere tanti amici attivi che condividono sulla bacheca le foto o i video distribuiti dagli innumerevoli servizi online, YouTube in testa.

All’elevata quantità di file corrisponde un’altrettanto elevato numero di dispositivi con cui è possibile fruirne. Il primo e più ovvio è il PC/Notebook, a cui si sono aggiunti gli smartphone, più o meno moderni, e i tablet. Se però volete gustarvi un film seduti in poltrona, questi dispositivi sono inutili, a meno di non collegarli alla TV in scomode configurazioni, o disporre di una televisione all’ultimo grido dotata di mediaplayer integrato.

La soluzione è quindi  un media player da collegare alla TV, sempre pronto all’occorrenza, in grado di recuperare i file da più posizioni, da un hard disk di rete così come da una pen drive o un disco esterno. Anche le console da gioco possono adattarsi a questo uso, ma la compatibilità dei file non è mai massima, e bisogna lavorarci sodo se si vogliono evitare limitazioni.

 

Ho già presentato, anche qui, alcuni modelli, come l’Xtreamer o il Sitecom, e seguo l’evoluzione di questi dispositivi da molti anni, direi da sempre. Uno in particolare è diventato il mio preferito, lo stesso che oggi consiglio a chi è alla ricerca di un a soluzione per gestire il suo tempo libero: si chiama Boxee e nasce come software per HTPC, declinato poi in alcune soluzioni stand alone. Se alla parola media-center si è subito materializzato nella vostra mente il nome XMBC, un ottimo mediaplayer che si è fatto conoscere soprattutto all’era della prima Xbox, Boxee è una sorta di spinoff del progetto XMBC. In un altro articolo analizzerò anche le evoluzioni dell’Xbox Media Center, di cui è stata annunciata da poco la versione 11, ma ora dedichiamoci a Boxee.

Sono quatto i dispositivi hardware/software con Boxee preinstallato, ma due di questi sono disponibili anche in Italia, e si tratta del Boxee di Dlink e della Iomega TV with Boxee, ovviamente di Iomega. Il primo si fa sicuramente notare per la sua forma che, una volta poggiato su una superficie, sembra un cubo che penetra per un angolo nella superficie d’appoggio. Il Iomega TV non è altrettanto spettacolare come forma e design, ma offre qualcosa in più, e almeno per ora è il prodotto più interessante su questo versante.

Basato su una piattaforma Intel CE4410 (CPU Atom a 1.2 GHz con controller grafico PowerVR SGX535), con 1 GB di memoria RAM, connettore HDMI, uscita audio ottica e digitale, connessioni RCA, porta di rete, due porte USB e Wi-Fi n, integra anche un hard disk (sostituibile). Oltre a usarlo per archiviare i vostri video o le foto, vi permette di trasformare il Boxee in un NAS, con capacità da media server. Quindi non solo un riproduttore multimediale, ma anche un media server, che potrà inviare dati multimediali ad altri dispositivi compatibili DLNA. Ovviamente non manca un telecomando con comandi basilari su un lato e tastiera QWERTY sull’altro, un carattere distintivo di Boxee. Vedremo più avanti un’altra particolarità di questo telecomando.

Collegate il Iomega TV with Boxee alla TV tramite cavo HDMI, accendetelo e vi accoglierà una schermata essenziale ma piacevole allo stesso tempo. Uno dei pregi di Boxee è proprio l’interfaccia. In altre soluzioni la UI è grezza, povera di informazioni o troppo affollata. La grafica poi è solitamente lontano dal poter essere definita piacevole. Con Boxee è tutto un altro mondo: grafica ben fatta e curata, icone grandi ma opzioni essenziali. Potrete fare tutto con una croce direzionale e un tasto centrale. I tasti play/pausa e navigazione ci sono, ma si potrebbe quasi farne a meno, grazie ai menù contestuali a schermo.

Ovviamente dovrete dedicare qualche minuto alla configurazione se volete sfruttarne tutto il potenziale. Prima di tutto dovrete registrarvi su Boxee.tv. Questa volta ne vale la pena, non è solo una registrazione che prenderà le vostre generalità a scopi commerciali. Create il vostro utente, abbinatelo a Facebook, Twitter e altri servizi disponibili, e tornate al vostro Boxee. Fate il login e la schermata principale si popolerà con i contenuti dei vostri amici (canzoni e video pubblicati dai vostri amici su Facebook potrete goderveli seduti sul divano con un solo click). In verità la configurazione della schermata iniziale è modificabile in base alle vostre esigenze. Al primo avvio vi verrà chiesto che tipo d’uso farete del Boxee, se userete molto i servizi online o se sarà un uso più personale. In base a quello che gli direte, verranno messi in risalto alcuni contenuti rispetto ad altri.

Se sono i servizi online che v’interessano, ecco un altro punto dove Boxee è imbattibile. Proprio come un iPhone o uno smartphone Android, Boxee ha le sue applicazioni. Quelle che su altri media player sono una brutta copia dei siti web, sul Boxee sono vere e proprie applicazioni, con la propria grafica e studiate per essere usate al meglio con il telecomando. Ce ne sono tante disponibili di base, dal meteo alle applicazioni dei vari siti web o di streaming audio e video, fino ad altre sviluppate da appassionati. Dovrete fare una ricerca su internet, ne troverete a centinaia.

Prima ho citato l’iPhone, se ne possedete uno, o anche un iPod Touch o un iPad, Boxee è ora pronto ad accettare un flusso dati dal vostro smartphone o tablet senza dover scaricare alcuna applicazione o creare alcune connessione fisica. Basterà che entrambi siano collegati alla stessa rete, e quanto Boxee è acceso e starete guardando un video o una foto sul vostro smartphone, comparirà un tastino, premetelo e vedrete sulla TV quello che pochi secondi prima stavate guardando sul piccolo schermo del telefono. Se inoltre avete un iPad, c’è l’applicazione Boxee, che replica la schermata principale del mediaplayer e vi permette di accedere all’applicazione. Non potrete però vedere sull’iPad i file e memorizzati all’interno del Boxee.

I sistemi d’interazione non si fermano, poiché se navigate spesso su internet con il PC o il Notebook, potrete collegarvi al sito di Boxee e “trascinare” sulla barra dei preferiti del vostro browser un collegamento che attiverà il “Watch me later” (guardami più tardi). Amettiamo che state leggendo un interessante articolo in cui è presente una video recensione, ma ora non avete tempo di guardare il video; premete il collegamento “Watch me later” e il software Boxee catturerà l’indirizzo di quel link e lo salverà in una lista personalizzata. Quando alla sera accederete il Boxee, quel video sarà già pronto da guardare tramite la TV.

 

Con Boxee potrete anche navigare su Internet con il normale browser. Non è qualcosa di nuovo, altri media player lo permettono, ma con Boxee l’esperienza sarà migliore, soprattutto grazie al telecomando. Con la Iomega TV è presente un modello con doppio trasmettitore a infrarossi, che facilita l’uso e non richiede di essere impugnato in una sola direzione. Oltre ad essere molto comodo è quasi essenziale, poiché da una parte c’è la tastiera QWERTY tramite cui inserire del testo (come l’indirizzo web o i dati di log-in) e dall’altra ci sono i comandi di navigazione basilari insieme a un pad direzionale per la navigazione nei menù. Questa zona è però anche sensibile al tocco, questo significa che nel browser web comparirà un cursore e userete il telecomando come un touchpad. Ingegnoso! C’è però anche una pecca, prima di tutto non è retroilluminato e nemmeno fluorescente, quindi al buio sarà difficile usare la tastiera, inoltre ci sono pochi riferimenti nella zona di navigazione; dovrete fare pratica per usarlo senza guardarlo. L’unico tasto che si riconosce bene è quello di accensione.

A questo proposito, visto che abbiamo detto che dentro al Iomega TV si nasconde un riproduttore multimediale e un NAS, quando lo spegnerete cliccando una sola volta il tasto di accensione/spegnimento, solo la parte Boxee verrà spenta, mentre l’hard disk rimarrà acceso per gestire la funzione NAS. Se vorrete spegnerlo del tutto dovrete tenere premuto il tasto di spegnimento per tre secondi. Le prime volte sbaglierete e lo terrete premuto troppo a lungo – azione che porta a un riavvio del sistema. Sarebbe stato meglio un doppio click, o anche triplo.

Ci sono anche altre funzioni più avanzate, ma molto interessanti, come il client bittorrent, che acquista valore grazie all’hard disk integrato, o le applicazioni per iPhone e Android che trasformano gli smartphone in telecomandi. Se poi avete un video con la traccia audio sfasata rispetto al video, potrete regolare al volo il ritardo per sincronizzarla, o regolare il formato di forma del video. C’è anche una mancanza, che personalmente mi farebbe molto comodo ma non è ancora stata implementata, cioè l’autospegnimento con un timer.

Il prezzo del Iomega TV with Boxee parte da circa 250 euro, per salire di prezzo fino a 400 euro se scegliete il modello con hard disk integrato. Ad ogni modo, non vi consiglio di usarlo senza hard disk, poiché è un vero valore aggiunto. I riproduttori multimediali si possono acquistare a partire da poco più di 50 euro, mentre il prezzo medio ormai è di circa 130/150 euro. Iomega TV è sopra la media, ma se siete appassionati, vale realmente l’acquisto. Questo prodotto è uno dei migliori in circolazione, e quello consigliabile tra i dispositivi Boxee. Se non conoscevate Boxee, e vi ha fatto una buona impressione, ma volete un HTPC vecchio stile fatto da voi, in un altro appuntamento vi mostrerò le fasi d’installazione del software su un mini PC.

Condividi

  • Facebook
  • Google Plus
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Email
  • RSS
  • http://twitter.com/edo_nabz Edoardo Lobbiani

    Non assomiglia un po’ alla CuboVision?

  • Pingback: Iomega TV with Boxee, media player e NAS per appassionati | buonaguida.com

  • Giocas

    Una delle caratteristiche dei NAS è quella di effettuare download a PC spento…appoggiandosi a piattaforme quali Netload o Emule. Questo Iomega fa altrettanto?

  • http://www.tomshw.it/ Andrea Ferrario

    Ciao, si, tramite bittorent. ciao

  • Giocas

    OK, grazie. Non è il protocollo che vada per la maggiore ora come ora ma è già qualcosa.

  • http://www.facebook.com/people/Fabrizio-Silveri/1574167738 Fabrizio Silveri

    Domanda (forse un po’ da niubbio, non so): può registrare video?
    Se non può, ci sono altri media player che lo permettono?

  • Filippo Venuti

    perchè il mulo invece? :D