BytePac, un metodo elegante per riciclare i vecchi hard disk

Quanti vecchi hard disk avete stipati in fondo a qualche cassetto? Personalmente ne ho molti, di piccoli tagli, da 100, 200 o 300 GB, che non varrebbe la pena installare all’interno del PC. Rallenterebbero il sistema e soprattuttto non riuscirei a sfruttarli come vorrei.

Un sistema per tirarli fuori dal cassetto e riutilizzarli sarebbe trasformarli in hard disk esterni per archiviare foto, documenti, film o canzoni. Ormai è una pratica molto comune, e difatti esistono svariate soluzioni per farlo. C’è il classico case esterno per hard disk, che è comodo se avete un solo disco da riutilizzare. Se ne avete di più, diverrebbe una soluzione ingombrante e costosa, con tanti alimentatori quanti sono i dischi. In questi casi, un lettore esterno sarebbe meglio, poiché ne basterà uno in cui inserirete, di volta in volta, il disco che vorrete usare.

C’è anche un’altra soluzione per chi ha molti dischi da riutilizzare, elegante e soprattuttto che strizza l’occhio all’ambiente. Si chiama “BytePac” e sostanzialmente si tratta di un set di box per hard disk, completamente in cartone, modellati e stampati per ricordare i classici raccoglitori per documenti.

All’interno di un Kit troverete il kit di connessione, che si compone di quattro componenti: l’alimentatore, il cavo USB per il collegamento con il PC, il cavo SATA di collegamento con l’hard disk e una basetta di controllo che raggruppa le connessioni così da facilitare l’installazione. Avrete poi tre contenitori, tre custodie e tre etichette.

L’installazione è semplice e alla portata di tutti. Basterà aprire un contenitore e posizionare il disco in maniera tale che i connettori SATA posteriori siano in prossimità della feritoia ricavata nel cartone, e poi richiuderlo. Proprio come un raccoglitore, potrete poi scrivere sulla spalla il contenuto del disco, e riporlo su un ripiano o nella custodia originale. Quando vorrete accedere al disco, aprite la feritoia dei connettori, collegate il cavo SATA e il gioco è fatto. Fate solo attenzione a quando installate il disco. Siccome tutta la struttura è fatta in cartone, è abbastanza fragile e rischierete di strapparla.

L’offerta BytePac è declinata in più modelli, e il kit di base appena descritto costa circa 40 euro, e considerando che un singolo box esterno lo pagherete almeno 20 euro, il prezzo non è male. Certo, stiamo parlando di un prodotto in cartone e di un singolo sistema di alimentazione e trasferimento dati, senza particolari funzioni. Pensando però al risultato finale, non è una spesa folle. Di certo acquistare un nuovo disco esterno senza recuperare quelli vecchi che già avete vi costerà molto di più. Inoltre, una volta acquistato il kit di base, se vorrete altri tre contenitori, vi costeranno 14 euro. Ci sono anche dei modelli con grafica più curata, per chi è attento all’estetica.

Condividi

  • Facebook
  • Google Plus
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Email
  • RSS
  • datenrettungfestplatte.de

    molte grazie per la raccomandazione di questo prodotto davvero interessante