Windows 8, l’OS veramente per tutti

In questo articolo vi ho mostrato come installare Windows 8 partendo da una periferica USB: Installare Windows 8 da USB. Se non volete cimentarvi nell’operazione, perché non avete a disposizione un PC su cui sperimentare o non volete rischiare di perdere dei dati importanti, ecco una sintesi di quello che Windows 8 ha in serbo per tutti noi.

La principale novità del nuovo sistema operativo Microsoft è l’interfaccia Metro. Non è completamente una novità, infatti l’abbiamo già vista applicata sui telefoni Windows Phone. Molto semplice e basilare si compone di differenti tile, cioè quadrati e rettangoli più o meno grossi, che rappresentano i link  alle varie applicazioni. Potrete sistemarli come meglio vorrete, proprio come oggi fate con le icone sul desktop.

I quattro angoli dello schermo sono i punti di ancoraggio da dove interagire con le applicazioni aperte o le impostazioni di navigazione del nuovo sistema operativo. Spostandovi con il cursore negli angoli potete passare da un’applicazione all’altra, attivare funzioni di ricerca o di condivisione, o accedere a pannelli di configurazione. Questa interfaccia utente si sovrappone a quella classica di Windows, per intenderci quella di Windows 7, che rimane presente anche nella nuova versione del sistema operativo Microsoft. In verità, sarebbe però più giusto dire il contrario, cioè che la classica visualizzazione del desktop come lo conosciamo oggi è ancora concessa è possibile come se fosse un’applicazione attivabile dalla nuova interfaccia utente.

Perché questa nuova UI? Lo scopo principale è quello di unificare con un solo metodo di interazione più dispositivi: PC, notebook, tablet e smartphone. Passando tra questi dispositivi, ovviamente se basati sul nuovo sistema operativo Microsoft, l’utente rimarrà in un ambiente familiare. I più appassionati, ovviamente, non avranno la necessità di dover lavorare sempre in un unico ambiente; per i meno avvezzi sarà invece un grande passo in avanti.

Come conseguenza diretta di una nuova interfaccia, in grado di funzionare sia con i PC sia con i dispositivi dotati di uno schermo touchscreen, le applicazioni dovranno essere ottimizzate per essere usate con l’interfaccia metro. Quelle che non lo saranno potranno ugualmente essere usate a partire dal desktop, e l’interazione sarà la stessa che abbiamo oggi con Windows 7. Quelle ottimizzate offriranno invece un’interazione più semplice e ordinata, che non guasta mai, e che dovrebbe restituire la stessa esperienza su tutti i dispositivi basati su Windows.

In base all’applicazione, la nuova interfaccia potrà essere una buona o cattiva scelta. Pensiamo infatti che le applicazioni più complesse non potranno essere limitate da un’interfaccia che richiede pochi elementi a schermo per un’interazione semplificata. Immaginiamo per esempio un programma di montaggio video o di foto ritocco; ovviamente potrà essere presente una versione semplificata, ma se vorrete lavorare seriamente avrete bisogno del modello d’uso attuale. Per confermare questa ipotesi aspetteremo di vedere le nuove versioni di Photoshop, ma per ora questa è l’impressione. Il nuovo approccio porta però dei grandi vantaggi, ancora una volta per i meno esperti. Se installare nuove applicazioni o giochi, oggi è per molti fuori della loro portata, proprio perché è necessario ricercare il software su Internet, scaricarlo, seguire delle procedure di installazione più o meno complesse, e così via, domani con Windows 8 sarà sufficiente cliccare sull’icona del Market, scegliere l’applicazione e cliccare su installa. Insomma, la facilità d’uso di uno smartphone Windows Phone, portata su PC.

Abilitare l’esperienza avanzata ad utenti che non lo sono, ha reso necessario pensare a un doppio livello d’interazione. Vediamo quindi comparire un pannello di configurazione del sistema per i meno esperti, con accesso solo da alcune voci che permettono di effettuare delle configurazioni basilari. Ovviamente non vengono a mancare tutti gli strumenti per gli amministratori, che però sono da ricercare, cioè sono in secondo piano. L’impostazione rimane comunque duplice. Penso comunque che sia un bene, perché anche i più esperti, durante il lavoro giornaliero dove non è necessario utilizzare degli strumenti avanzati, un’interfaccia semplificata e magari più veloce permetterà un’interazione più rapida.

Nel video qui sotto di pochi minuti vi mostro le caratteristiche principali dell’interfaccia senza entrare nel dettaglio, ma che già rende l’idea della nuova impostazione del sistema operativo Microsoft. Per provare la Consumer Preview ho usato un Mini PC Sapphire Edge, un sistema compatto che vista la configurazione, permette di vedere anche come il nuovo OS se la cava in quanto a gestione risorse.

Il Sapphire Edge HD3 è un piccolo PC, molto compatto e discreto, basato su APU AMD E450 a 1.6 GHz, con Radeon HD6320 e 4 GB di memoria RAM. Ha tutto quello che può servire oggi a un utente, compresa una connessione HDMI, dure porte USB 3.0 e wireless integrato, oltre alla LAN RJ45, VGA, uscite audio, microfono e altre due porte USB 2.0.

È molto sottile, può essere posizionato in orizzontale su un piano quasi a farlo scomparire, o messo in verticale grazie a uno stand. Nella confezione è presente un cavo HDMI, un adattatore HDMI-DVI e l’alimentatore. L’hard disk è da 300 gigabyte. Insomma, una configurazione più che sufficiente per porsi come PC da ufficio o media center.

Diventa ancora più interessante con Windows 8, poiché permette di supportare senza problemi tutti i giochi presenti nello store. L’unico difetto è la rumorosità; tanti componenti in uno chassis così piccolo richiedono di essere raffreddati, e la ventola di raffreddamento, abbastanza spesso, girerà al alta velocità risultato rumorosa. Ad ogni modo ha fatto girare egregiamente Windows 8 e le varie applicazioni che abbiamo provato, senza doverci prodigare nell’installazione di driver. Tutto riconosciuto fin da subito.

Ecco la preview di Windows 8.

 

Windows 8 promette bene, e sarà soprattutto una grande novità per coloro che non sono esperti. Anche se a prima vista potrà  sembrare un cambiamento radicale, la curva di apprendimento e dolce, e anche meno avvezze la tecnologia riusciranno probabilmente a usare Windows anche in maniera più completa e semplice.

Condividi

  • Facebook
  • Google Plus
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Email
  • RSS
  • Pingback: Windows 8, l’OS veramente per tutti | buonaguida.com

  • Temew1955

    haha
    [img]http://www.filii.info/hh.gif[/img]

  • http://www.facebook.com/profile.php?id=1107840844 Giordano Squadroni

    Win7 l’ho comperato all’uscita perchè lo reputavo un ottimo sistema operativo, l’8 lo lascio lì perchè non mi piace (lo sto usando da mesi nel pc in camera, dalle versioni build. Ora ho la beta)

  • http://twitter.com/VoodooNet3 Cristiano Puggioni

    sveglia!! apri la mente

  • http://www.facebook.com/people/Fabrizio-Silveri/1574167738 Fabrizio Silveri

    L’ho provato a lungo, Win8.
    Da quando è uscita la consumer preview, lo accendo quasi sempre.
    Però, sinceramente, non mi piace!

    L’idea dell’interfaccia Metro non è solo buona, è meravigliosa, ma la realizzazione è davvero pessima.
    Perché usare un programma in Metro è diventato velocissimo, ma usarne uno “standard” è un’impresa impossibile, e sinceramente la cosa mi da non poco fastidio!
    Senza contare che un’operazione banale come CHIUDERE UN?APPLICAZIONE è diventata cosa da utente esperto.

    No, non va bene.

  • Altrove

    Voglia dirla tutta ? EPIC FAIL!!
    Microsoft continua cocciutamente con l’idea che i suoi user siano utonti come quelli che usano Apple (a parte pochissimi) e quindi CONTINUA a sviluppare interfacce grafiche oscene.
    Non gli è bastato il clamoroso flop di mercato di WM7x?? Hanno perso IL 15% DEL MERCATO in meno di un anno, passando ad un misero 1.5% che fa ridere anche i polli.
    Per non parlare di W8 ARM che NON SUPPORTERA’ NESSUNA DELLE APPLICAZIONI per macchine X86 (ovviamente) e quindi risulterà di fatto semi-inutile.
    Quindi prevedo (facile previsione, fra l’altro) la stessa fine di Vista: SCAFFALE!
    E l’uscita fatta in fretta e furia di W9 che riporterà l’interfaccia a quella di Seven.
    Ah, ultima cosa: è evidente che il core di W8 X86 è lo stesso di Seven. Non si sviluppa un core di SO NUOVO in meno di due anni, specialmente oggi. Sono già uscite interfacce di terzi che riportano la grafica a quella di Seven o Xp (per fortuna). Se W8 su X86 si salverà dovrà ringraziare questa gente.

    Altrove

  • k!

    Ciao a tutti, ho provato entrambe le release uscite (le due beta intendo) e sebbene la seconda sia molto più stabile, non appena lascio il pc fermo per 20-30 minuti, il sistema si destabilizza e va in crash con la “sad gigante” e lo schermo azzurro. Ho provato Win8 Release Preview sia con notebook che con pc fisso ma niente da fare!! Sembra che il problema sia persistente e ben presente. Mi stupisce invece che non accada mentre lo si usi.

    Sul netbook Asus 1101ha con Win7 32-bit, Windows Media Center funziona in modo impeccabile per filmati 720P: è fluido anche in streming wifi dal NAS. Va a scatti con VLC e perde frame o è scattoso in Windows Media Player. Con Win8 P.R. la nuova app per i video scatta in modo impressionante. Funziona discretamente Windows Media Player dal Desktop ma non è fluido come il Media Center di Win7. Nota: Windows XP MCE era inutilizzabile per filmati HD sul netbook.