Utenti giudici, ma chi ve lo ha chiesto?

Oggi pubblico un post un po’ polemico verso tutti i lettori. Anzi no, riformulo, per fortuna la maggior parte dei lettori si comporta in maniera civile e rispettosa, per cui è un piacere lavorare giorno e notte, quindi divento polemico verso tutti coloro che non hanno capito che nessuno gli ha conferito la carica di giudice supremo e che nessuno gli ha chiesto di giudicare, o di dare un voto, alle notizie o articoli che leggono. Non perché ce ne freghiamo, anzi, parlo in prima persona, non perché me ne frego di quelle che sono le loro idee, ma perché spesso i giudizi sono talmente imparziali che fanno danni gratuiti, soprattutto agli utenti che capitano sul pezzo dopo il loro passaggio.

Facciamola breve con un esempio. Capita che in una recensione, imparziale come sempre, ma scritta addirittura in maniera tale che non può nemmeno venire il dubbio alle solite malelingue, ci si trovi davanti a un commento del tipo “questa recensione non è scritta benissimo”, o simili, comunque su questa lunghezza d’onda. Il fatto è che spesso si fa riferimento a un articolo pieno di dati oggettivi, quindi non c’è nemmeno il rischio di premere troppo l’acceleratore su un’opinione personale. Un esempio concreto è l’ultima recensione che aveva come soggetti il Lumia 920 e l’HTC 8X, da cui, oltretutto, il Nokia ne usciva vincitore, seguito da un HTC che comunque si difendeva.

Ed è qui che arriva il lettore che prima dice “la recensione non è un granché”, poi sbobina una serie di motivazioni a favore del Lumia del caso – niente di nuovo, bastava leggere per intero l’articolo per rendersi conto che era già tutto scritto – e infine minimizza i lati negativi, come per esempio il peso del Windows Phone Nokia, che è il record assoluto, non esiste smartphone più pesante. Un redattore ha detto scherzosamente “se Apple avesse creato uno smartphone da quasi due etti, tutti gli sarebbero saltati alla gola”.

Ora, non è questione di partito, ma è questione di coerenza. Caro lettore, se hai appena speso quasi 600 euro per uno smartphone, non c’è bisogno che cerchi di convincere i lettori che è il meglio, soprattutto cercando di mettere in cattiva luce una notizia o un articolo zeppo di dati oggettivi. Perché sei liberissimo di fare le tue scelte, anche di prendere il prodotto più catorcio in circolazione solo perché l’hanno colorato di fucsia e verde limetta, perché qui nessuno mette sotto accusa i tuoi gusti. Ma se non hai un minimo di imparzialità tu stesso, perché per qualche motivo ti senti in dovere di giustificare un tuo acquisto costato mezzo stipendio, non fai un danno a chi scrive, ma a chi legge. Chi chiede imparzialità, devo anche darla. E poi non venite a lamentarvi che moderiamo commenti che rischiano solo di fare disinformazione. Comunque, veramente, stai tranquillo, puoi anche bruciare il tuo stipendio in orsetti gommosi alla frutta, qui nessuno ti giudica, non essere tu il primo a giudicare te stesso e gli altri.

  14 comments for “Utenti giudici, ma chi ve lo ha chiesto?

  1. 26 novembre 2012 at 13:45

    Non sapete quanto m’incaz… pure io, utente medio di forum e blog, quando leggo certi commenti di fanboy di tutte le fedi, trolloni, ignoranti o presuntuosi. Moderate, moderate senza pietà, la lettura e lo scambio d’opinioni risulteranno più piacevoli per tutti!

  2. Gummybear
    26 novembre 2012 at 15:38

    Il blog non è un granché. Gli orsetti gommosi sono meglio alla cocacola e mi sembra che ci siano già diverse recensioni in merito.

  3. dataghoul
    28 novembre 2012 at 08:25

    se non volete essere giudicati, scrivete sul vostro diario privato e non su un blog pubblico; ci dispiacerà, ma riusciremo a farcene una ragione…

  4. 28 novembre 2012 at 19:03

    Rispondi a questa domanda: quando mangi un orsetto gommoso (per prendere spunto dal commento precedente), giudichi il sapore o se dalla macchina “stampa orsetti” è uscito perfettamente simmetrico delle giuste dimensioni?

    A quanto pare sei uno che giudica la forma, mentre non gli importa niente del sapore.. capisci che c’è qualcosa che non va?

  5. 28 novembre 2012 at 19:12

    Il problema è che spesso non è un giudizio dell’articolo, perché non sono commenti costruttivi, ma distruttivi, dicono soltanto “no, hai torto”, andando a descrivere una argomentazione di parte, piuttosto che una oggettiva.
    Il soggettivo in una recensione tecnica è onestamente inutile.

  6. Leonardo Romor
    28 novembre 2012 at 19:27

    trovo sia estremamente utile il fatto che internet si trovi pieno di commenti inutili, falsi e altri veritieri e sensati. Grazie a dio è così. Non fa altro che creare lettori critici e che in futuro sapranno determinare cosa è oggettivo e cosa non lo è. (oppure sperimenteranno sulla loro pelle cosa vuol dire credere a giudizi dati sull’onda dell’emozione)

  7. Scemotto
    28 novembre 2012 at 19:30

    “A quanto pare” (???) Perdonami, quale parte della frase “Se non vuoi essere giudicato scrivi sul tuo diario privato e non su un blog pubblico” ti ha fatto intendere che chi ha scritto il commento giudica la forma invece del contenuto?

  8. theprov
    28 novembre 2012 at 19:38

    Su questa questione siamo d’accordo, ma non facciamo quelli che predicano bene e razzolano male.

    Mi riferisco alla classifica delle macchine fotografiche. Non si possono più commentare, e casualmente le precedenti erano piene di critiche, soprattutto riguardo un modello che veniva criticato all’unisono, e la risposta data non ha convinto nessuno. Classifica successiva, commenti tolti.

    E quindi mi spiace vedere che non solo, a differenza di quello che dici, non si tiene conto delle nostre critiche costruttive ( e quelle lo erano), ma ci si toglie libertà di opinione. Voi siete i redattori, voi toccate con mano, voi recensite, voi siete i professionisti del settore, voi avete esperienza, ma non credete che anche noi forse siamo appassionati, forse qualcosa la sappiamo, e forse se in più di uno vi fa notare qualcosa, qualche errorino c’è?

  9. Andrea Ferrario
    28 novembre 2012 at 20:52

    Ciao, mi dispiace ma questo è quello che intendevo. Per partito preso hai tirato le conclusioni che abbiamo ignorato le critiche e ti sei dato una spiegazione sul perché di alcune scelte. Dato che sono il responsabile della redazione sarei stato felice di appianare i tuoi dubbi , basta cercare il mio nome nella sezione contatti. Invece ecco qui una bella opinione inmalzata a giudizio universale. E su, la mia mail è sempre aperta e rispondo a tutti..

  10. 29 novembre 2012 at 00:42

    La stessa parte che viene ribadita in questo commento.

  11. theprov
    29 novembre 2012 at 02:19

    Colpito e affondato.

    Se me la vuoi ancora dare la spiegazione su quella questione, la preferisco qui, o molto meglio, due righe in apertura del prossimo articolo incriminato, perche il mio dubbio è quello di tanti/tutti, per questo dico no alla mail.

  12. Altrove
    30 novembre 2012 at 22:34

    Ma è anche vero (e mi pare di vedere prove lampanti) che nessuno obblighi nessuno, ne’ a scrivere i propri pensieri e nemmeno a leggere gli altrui commenti.
    E quindi, a parte l’evidente permalosità, non mi pare ci siano obblighi reciproci.
    Se non si vuole nessun contenzioso basta non attivare i commenti, e vivere in pace con le proprie convinzioni.
    Ma non ci si lamenti poi se la gente frequenta altri lidi (come sta’ succedendo con quella porcheria di Zews news che ormai nessuno se lo fila più ….)

  13. Andrea Romagnoli
    8 dicembre 2012 at 02:35

    Mi associo, veramente un colpo basso alla vostra credibilità eliminare i commenti nelle classifiche delle macchine fotografiche.

  14. 5 gennaio 2013 at 16:33

    “L’area commenti non è fatta per giudicare, ma per esprimere la propria opinione sull’argomento, non sul come è stato scritto, soprattutto quando l’opinione diventa una giustificazione per le proprie azioni.”
    Totalmente d’accordo!! eppure se glielo spieghi a certa gente si offende pure e neanche capisce…..(vedi qualche risposta qui) E’ davvero noioso leggere certi commenti dove si spera di leggere qualcosa di sensato inerente l’argomento e invece la gente si esprime su altro facendo pure perdere tempo a chi legge! NESSUNO vi dice che non potete esprimervi come volete MA mi sembra corretto esprimersi sull’argomento e non su altro perchè se volete sentenziare su dell’altro vi aprite un VOSTRO blog così sapete che è “perfetto” secondo il vostro modo di pensare e scrivere… Ma certe persone sono talmente sulle nuvole che neanche si rendono conto che tenere un sito web o blog porta via molto tempo ecc e fanno i saputelli/troll in giro per il web!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *