Kobo Aura HD, la Ferrari degli eReader

Non c’è solo Amazon con i suoi Kindle nel mondo degli eBook Reader. Anche se “Kindle” è ormai sinonimo di “eReader”, Kobo non se la cava male in questo settore. Oggi vi parlo del top di gamma di Kobo, il modello Aura HD, mentre nei prossimi giorni dedicherò spazio a uno degli ultimi modelli, il Kobo Aura, da poco rinnovato.

Considerando che un eReader si può acquistare a poco più di 50 euro, il prezzo di circa 160 euro dell’Aura HD è molto alto, battuto dal Kindle PaperWhite 3G dotato, però, di connettività 3G.

 

825042984_1988926408_o

Vediamo come è fatto. Lo schermo è da 6.8″, l’ormai classico e-ink Pearl, ma contraddistinto da una novità: la risoluzione HD di 1440×1080 pixel. Kobo lo chiama “ClarityScreen+”, cioè uno schermo ad alta definizione che raggiunge la densità pixel di 265 ppi. Come per il PaperWhite, è illuminato, quindi potrete leggerlo senza necessità di fonti di luce.

Le dimensioni sono pari a 175,7 x 128,3 x 11,7 mm e il peso è di 240 grammi. Monta un processore da 1 GHz, un Freescale i.MX507 da 1 GHz per i più smanettoni, che secondo il produttore offre il 20% di prestazioni in più. Non è un dettaglio che intendo verificare, in quanto non è così determinante per un eBook Reader. Avrete modo di valutare la velocità di risposta durante l’uso in un video. È dotato di connettività Wi-Fi n e di 4 GB di memoria interna, che dopo aver sottratto la porzione occupa dal sistema operativo, ve ne rimarranno poco più di 3 GB. Ma non è la memoria un problema, infatti potrete installare una scheda MicroSD fino a 32 GB su cui caricare i vostri libri.

Il sistema è compatibile con file ePUB, PDF, MOBI, JPEG, GIF, PNG, TIFF, TXT, HTML, XHTML, RTF, CBZ e CBR. L’Aura HD ha nel suo bordo superiore un tasto di accensione, uno per l’attivazione dell’illuminazione e un LED di stato. Nel bordo opposto c’è la porta Micro USB e la fessura in cui inserire la scheda Micro SD.

Ci sono un paio di caratteristiche di questo eReader che di certo non adoro. Prima di tutto la superficie liscia. Preferisco di gran lunga un materiale o una lavorazione in grado di rendere la presa più sicura. Manca un po’ di “grip”. E poi c’è lo scalino tra lo schermo e la cornice. Sembra il posto ideale dove polvere e sporcizia si possono accumulare. Per mia fortuna sono una persona ordinata, ma conosco un paio di elementi che non sarebbero così attenti come il sottoscritto, e non voglio immaginare le condizioni estetiche dell’Aura HD dopo qualche settimana d’uso.

Infine la struttura non è tra le più rigide. Se premuta con un po’ di forza si sente qualche scricchiolio, ma è solo una questione marginale, non sto dicendo che è fragile. C’è però un dettaglio distintivo di Kobo che proprio non riesco a farmi piacere: il tasto di accensione rosso. Perché farlo di quel colore? Non ha niente di bello, sembra un tasto provvisorio o qualcosa di simile.

Ora vi lascio a questo video in cui vi mostro tutte le caratteristiche del software.

Aura HD non è un semplice lettore di eBook, ha molto di più, addirittura funzioni che difficilmente userete. Se volete semplicemente leggere dei libri, ve la caverete con un eReader che costa meno della metà, se invece siete dei gran lettori che vogliono una macchina avanzata, l’Aura HD è uno dei lettori per eBook più avanzati disponibili sul mercato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *