Come è fatto Android, scopriamo l’interfaccia

Come spiegato in questo articolo, Android è un sistema operativo pensato per essere usato con le mani, tramite un touchscreen. Vediamo ora quali sono gli elementi principali dell’interfaccia di Android. Bisogna però ricordare che in base al produttore, e alla possibilità di personalizzazione, potrete trovarvi di fronte interfacce differenti con elementi in più. Malgrado questo tutte seguono, più o meno, le stesse linee guida basilari.

Quello che vi trovate davanti quanto accendete lo smartphone è la “schermata di blocco”, cioè una schermata che riporta solitamente pochi elementi e che necessita di un’interazione, come il passaggio di un dito, per attivare il telefono. In questa schermata spesso è presente un sistema di sblocco, come ad esempio un tastierino dove bisogna inserire un codice di sicurezza.

Dopo avere sbloccato il telefono vi troverete davanti alla “schermata home”, che può essere paragonata al desktop (la scrivania) di Windows. In questa schermata home possono essere posizionate le icone delle applicazioni, che permettono appunto di avviare le differenti applicazioni, o i widget, cioè degli elementi che mostrano velocemente alcune informazioni, come le previsioni del tempo, l’ora, gli appuntamenti nel calendario, le ultime mail ricevute, etc.

Con Android si possono avere più schermate home, che si scorrono passandoci sopra con il dito, e servono per mettere a disposizione più spazio, dove mettere altre icone o widget.

Poi c’è quello che viene chiamato “App Drawer”, che si attiva solitamente da un pulsante virtuale posto nella parte bassa dello schermo, e che apre una schermata che mostra tutte le applicazioni installate e i widget. Solitamente si accede all’App Drawer per cercare un’applicazione da avviare, a meno che non sia presente già come icona in una schermata Home.

3403271974_aa1bc94ca1_o

C’è poi la schermata delle applicazioni aperte, che si attiva diversamente in base allo smartphone, ma solitamente necessità di tenere premuto uno dei tasti del telefono. Questa schermata mostra le applicazioni “aperte”, cioè quelle appena usate, e permette di passare velocemente da un’applicazione all’altra.

Infine c’è il menù delle notifiche, che si apre facendo passare un dall’alto verso il basso sul bordo superiore dello schermo. Questo è uno degli elementi più usati, perché è qui che compariranno tutti gli avvisi dei nuovi messaggi, mail, o qualsiasi altra informazione che riceverete. Solitamente in questa zona sono presenti anche dei comandi veloci per attivare alcune funzioni dello smartphone, come l’attivazione del Wi-Fi o la regolazione della suoneria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *