Home » Carta Stampata » 26 luglio 2009, il Corriere scopre l’Alta Definizione

26 luglio 2009, il Corriere scopre l’Alta Definizione

Certe date lasciano il segno nella storia dell’umanità. Pochi giorni fa ci affannavamo a celebrare l’anniversario dello sbarco sulla luna – vero o simulato che fosse.
Da pochi giorni, come testimonia con due paginone, il Corriere della Sera ha scoperto l’Alta Definizione.
Dopo uno sproloquio che profuma vagamente di pubblicità occulta per Sky, c’è uno squisito trafiletto del grande Aldo Grasso.
Lo storico critico televisivo del Corriere scrive di aver compiuto il grande passo, acquistando finalmente una TV HD, anzi, come specifica, FULL HD. Grasso descrive con grande passione l’avvento di una nuova era, aggiungendo che rivedendo Australia in Alta Definizione si è commosso di più che a vederlo al cinema. Sono pienamente d’accordo con lui, oggi con un buon impianto audio visivo i film si godono meglio a casa piuttosto che al cinema. Certo, non c’è home theater che possa competere con i veri cinema di eccellenza, come il mitico Arcadia di Melzo. Mediamente però, meglio la casa che la sala, punto.

Nota cinica: se io fossi un critico TV, avrei mySky HD pure in cantina. Mi chiedo su che apparecchio vedesse la televisione fino a ieri il grande Aldo!

26 luglio 2009, il Corriere scopre l’Alta Definizione Reviewed by on . Certe date lasciano il segno nella storia dell'umanità. Pochi giorni fa ci affannavamo a celebrare l'anniversario dello sbarco sulla luna - vero o simulato che Certe date lasciano il segno nella storia dell'umanità. Pochi giorni fa ci affannavamo a celebrare l'anniversario dello sbarco sulla luna - vero o simulato che Rating:
scroll to top