Home » broadband » La vita è mobile, 2

La vita è mobile, 2

Non sapevo bene quale operatore scegliere. Ero partito deciso per Vodafone Spagna, perché ero certo che ci fosse la copertura, nel mio luogo di destinazione. Però i modem con contratto ricaricabile sono impossibili da trovare, così ho dovuto guardami intorno.

E meno male. Vodafone e Movistar, l’altro "pezzo grosso" della telefonia mobile spagnola, impongono entrambi un vincolo assurdo: se scegli un piano prepagato, la velocità massima e 1 Mb/s, su un massimo teorico di 7,2. Capisco che v’interessano di più i contratti, che assicurano un pagamento mensile e una durata minima di due anni, ma perché il ricatto? Meglio cercare qualcos’altro.

Quindi ho scelto Orange, che offre il modem Huawei a 50 euro, con la SIM e un po’ di credito. Qui per 20 euro puoi navigare una settimana senza limiti. Superato 1 GB di dati, però, sei vincolato alla velocità di 128 Kbps, quella di una linea ISDN, ma non devi pagare nulla di più. Lo stesso vale per la connessione di un giorno, che costa 4 euro, e ha un limite di dati di 250 MB.

Software.

Driver e applicazione relativa alla connessione UMTS sono state scritte da un pazzo. L’installazione scorre via dolce, e il programma parte in automatico quando s’inserisce il modem in una porta USB. Peccato che quando avvio la connessione il computer, un notebook con Windows XP, resta praticamente congelato per 7-8 minuti. Poi tutto funziona come con una qualsiasi connessione.

Non è un difetto enorme, ma è una cosa fastidiosa, perché è evidente che chi ha scritto i driver lo ha fatto in fretta e furia, senza curarsi dei dettagli importanti.

In ogni caso funziona come si deve. A occhio direi che costa un po’ meno che in Italia, ma soprattutto non devi stare a contare le pagine che apri, per evitare di superare il limite. Al massimo rallenti, ma non ti prosciugano il credito, come invece fanno gli operatori italiani, che si fanno pagare a peso d’oro ogni megabyte oltre quelli consentiti.   

La vita è mobile, 2 Reviewed by on . Non sapevo bene quale operatore scegliere. Ero partito deciso per Vodafone Spagna, perché ero certo che ci fosse la copertura, nel mio luogo di destinazi Non sapevo bene quale operatore scegliere. Ero partito deciso per Vodafone Spagna, perché ero certo che ci fosse la copertura, nel mio luogo di destinazi Rating:
scroll to top