Home » Videogiochi » Commandos, che nostalgia

Commandos, che nostalgia

commandos-3

Stamattina, prima di iniziare a lavorare, pensavo che sto giocando a Wolfenstein e non so ancora quanto mi manca prima di finirlo. Con la mente sono ritornato ai tempi della scuola, quando avevo tanto tempo per dedicarmi, con assoluta spensieratezza, ai videogiochi. Si giocava con più tranquillità, uscivano meno titoli e potevo anche impegnarmi in generi non propriamente nelle mie corde, come ad esempio un WarCraft 3 o un CounterStrike, bello e divertente, ma non adatto a me, uomo da "single player".

Stranamente, dal nulla, mi è tornata in mente la serie Commandos, ai tempi sviluppata da Pyro Studios e pubblicata da Eidos. Che figata. Il marine, la spia, il cecchino, il geniere. Un gioco graficamente appagante (ai tempi), data la visuale 2D isometrica e particolarmente complicato in alcuni frangenti. Arrivare alla fine di una missione era come un’impresa, perché per giungere all’obiettivo c’erano non uno, ma differenti variabili da considerare. Mi domando che fine abbia fatto la serie, dopo un quarto capitolo 3D da dimenticare.

Gli eroi della serie Commandos

Gli eroi della serie Commandos

Piryo Studios, so che state facendo altro, ma se state covando qualcosa, fatecelo sapere al più presto. Non credo di essere il solo a voler tornare un "bambino".

Commandos, che nostalgia Reviewed by on . Stamattina, prima di iniziare a lavorare, pensavo che sto giocando a Wolfenstein e non so ancora quanto mi manca prima di finirlo. Con la mente sono ritornato a Stamattina, prima di iniziare a lavorare, pensavo che sto giocando a Wolfenstein e non so ancora quanto mi manca prima di finirlo. Con la mente sono ritornato a Rating:
scroll to top