Home » Hardware » Test notturni: c’è un maniaco sulla panchina…

Test notturni: c’è un maniaco sulla panchina…

fonIn questi giorni sto provando il servizio Fon, di cui uscirà un articolo fra pochi giorni. Per riassumere molto brevemente, Fon è un servizio di condivisione Internet wireless, gratuita, all’interno di un definito gruppo di utenti. In pratica, se siete membri Fon (avete acquistato il router Fonera o dei pass), potete collegarvi gratuitamente a tutti le reti wireless Fon sparse sul territorio. La stessa cosa possono fare gli altri membri (Foneros) con la vostra rete wireless.

Per l’articolo era necessaria una prova sul campo. Sulla carta, è tutto molto bello, ma è veramente possibile trovare e collegarsi a una connessione Internet Fon (Fon Spot)? I dubbi erano parecchi, più che altro riguardavano le barriere architettoniche che avrebbero impedito il propagarsi del segnale, nonché la scarsità dei Fon Spot, di cui la mappa Fon (una google maps su cui sono disseminati i segnaposto Fon) ne segnalava molti spenti.

Armati di iPhone, per visualizzare la mappa dei Fon Spot, e un portatile, abbiamo preso l’auto e ci siamo fatti un bel giro alla ricerca degli altri Foneros. Al primo Fon Spot, abbiamo rilevato il segnale, peccato che la connessione era troppo debole, e non riusciva nemmeno a completare il collegamento (di contro, in quella zona c’era altre sei reti wireless non protette…); abbiamo provato da più angolazioni, senza successo.

Siamo passati al secondo obiettivo: qui il segnale era più forte. Appostati in auto, fuori dall’abitazione, siamo riusciti a collegarci, ma dopo 1 minuto la connessione è scomparsa. Abbiamo riprovato, anche con altri dispositivi, ma il Fon Spot si era dileguato. Probabilmente il Foneros mi ha visto, e non gli sono risultato simpatico…

Siamo passati al terzo, quarto e quinto obiettivo, due dei quali dalla mappa Fon risultavano spenti. In effetti, non abbiamo rilevato alcuna rete, nemmeno nel quinto obiettivo, che risultava acceso. In questo caso ero davanti a una palazzina di una decina di piani. Molto probabilmente il router era troppo distante.

L’ultimo tentativo è stato il più fruttuoso. In una piazza, fuori da un caseggiato a due piani, la connessione FON disponibile raggiungeva il mio portatile con un segnale discreto (tre tacche su cinque).

due

La connessione è stata abbastanza immediata, e poco dopo navigavo senza problemi. Seduto su una panchina, ho provato la connessione per più di un’ora, senza riscontrare problemi. Navigazione classica, social network, posta e anche streaming video da youtube. Seppur il segnale non era il massimo, la velocità è stata più che sufficiente per una navigazione buona. L’unico inconveniente, la gente che passava mi guardava un po’ male, poiché un’anima persa, seduta in penombra, in una piazza, con un piccolo portatile sulle ginocchia per quasi due ore, effettivamente destava un po’ di curiosità. Sicuramente qualcuno avrà anche detto “guarda quello la, è li da due ore… sicuramente è un maniaco!”

uno

Nonostante ciò, la prova ha confermato quelli che erano i dubbi iniziali. Dietro una filosofia di tutto rispetto, che ha l’intento di collegare il mondo in wireless, c’è una diffusione tutt’altro che capillare, e una sensibilità, almeno qui in italia, quasi nulla nel voler supportare un progetto come Fon. Speriamo la situazione possa cambiare in meglio…

Test notturni: c’è un maniaco sulla panchina… Reviewed by on . In questi giorni sto provando il servizio Fon, di cui uscirà un articolo fra pochi giorni. Per riassumere molto brevemente, Fon è un servizio di condivisione In In questi giorni sto provando il servizio Fon, di cui uscirà un articolo fra pochi giorni. Per riassumere molto brevemente, Fon è un servizio di condivisione In Rating:
scroll to top