Home » Apps & Games » Internet, la perversione a portata di click

Internet, la perversione a portata di click

repalay_logoQualche giorno fa scrivevo “Internet è spacciata, il male non si può fermare”, dove denunciavo la troppa libertà, o meglio, i troppi pericoli che minacciano chi fa un uso indiscriminato e non coscienzioso di quello che offre la Rete. Oggi rincaro la dose, e faccio un piccolo viaggio in Asia, la terra delle contraddizioni. Tra Kamasutra e censura, cioè tra “ecco tutto quello che puoi fare, ma che ti è vietato”, il porno fa ancora capolino, ma questa volta nella sua eccezione più disgustosa, la violenza sessuale.

Repalay (Rape + Replay) e Itazura Gokuaku sono due “simulatori di stupri”, il primo tra mura domestiche e il secondo in Metrò. Non voglio spendere troppe parole, ben poche ce ne sono da dire vista la chiara “stomachevolezza” di tale argomento. É semplice capire il cattivo gusto, denunciabile, di un tale progetto nato dalla pura perversione.

bl_game_rapelay_thumb3

Creare un gioco dove lo scopo sia stuprare mamma, sorella e sconosciute… vale la pena commentare?

Ecco come Internet, ancora una volta, si offre come media perfetto – semplice, veloce, diretto e permissivo – in grado di offrire incauti, rischiosi e inaccettabili stimoli gratuiti alla perversione…

Internet, la perversione a portata di click Reviewed by on . Qualche giorno fa scrivevo "Internet è spacciata, il male non si può fermare", dove denunciavo la troppa libertà, o meglio, i troppi pericoli che minacciano chi Qualche giorno fa scrivevo "Internet è spacciata, il male non si può fermare", dove denunciavo la troppa libertà, o meglio, i troppi pericoli che minacciano chi Rating:
scroll to top