Dopo una lunga assenza, tornano i Viewpoint di Matt's Games, con un lungo sguardo ai titoli mostrati da Nintendo Italia nel suo Open Day, da Bayonetta 2 a Mario Kart 8" />
Home » 3ds » Reportage: ecco l’Open Day di Nintendo Italia

Reportage: ecco l’Open Day di Nintendo Italia

Bayonetta-2

Dopo un mese e mezzo di pausa (non vogliatecene, ma seguire un E3 in cui vengono mostrate due piattaforme next-gen, con conseguenti strascichi si è rivelato particolarmente impegnativo), la cara buona vecchia redazione di Matt’s Games torna finalmente ad aggiornare il suo Viewpoint. E quale occasione migliore per farlo se non con un reportage di un evento a cui abbiamo partecipato dal vivo? Lo scorso 5 Luglio, Nintendo Italia ha organizzato un Open Day a Milano, per mostrare ai vari giornalisti italiani le varie novità 3DS e soprattutto Wii U mostrate in quel di Los Angeles durante l’E3 da poco concluso. Anche noi, nelle persone del caporedattore Filippo Veschi e del vice direttore Guido Avitabile, siamo stati presenti, ed abbiamo potuto provare a fondo tutti i titoli proposti, dei quali vi faremo un rapido excursus rimandando, quando possibile, alle più approfondite anteprime.

Iniziamo da Wii U, che all’evento aveva una selezione di giochi in prova ben più corposa della controparte portatile. Il gioco che più di ogni altro ci ha colpito (e che deve aver colpito anche gli altri giornalisti, data la fila per provarlo che è continuata per tutta la giornata) è senza dubbio Bayonetta 2. Il primo Bayonetta è stato uno dei migliori hack ‘n’ slash della generazione, e questo sequel promette di esserne assolutamente all’altezza. La demo presentata ci ha fatto affrontare un corto livello dall’esplorazione ridottissima, ma in cui abbiamo potuto saggiare il combattimento frenetico ed iperfluido del nuovo lavoro Platinum Games. Grafica superlativa, combo a manetta e boss colossali sembrano essere gli ingredienti principali di questo gioco, che si è mostrato sia con un sistema di controllo classico, che con una innovativa funzionalità touch. Sarà dura attendere il 2014 per questo gioco, così come per altri dei titoli che abbiamo provato.

wonderfulSempre dagli ottimi Platinum Games abbiamo potuto testare una versione prossima a quella definitiva di The Wonderful 101, titolo d’azione in arrivo il prossimo 23 Agosto su Wii U. Il gioco, un po’ messo in ombra dalla “sorella maggiore” Bayonetta e dal Pikmin 3 di Nintendo, con cui presenta somiglianze superficiali, ci ha convinto appieno, mostrandosi originale, frenetico, colorato e fluidissimo. Da notare il particolare umorismo del titolo, ed il suo gameplay a metà strada tra un hack ‘n’ slash ed uno strategico alla Pikmin: un mix mai tentato prima nel mondo dei videogiochi, e che inaspettatamente funziona a meraviglia. Gradevolissima sorpresa è stata inoltre la nuova modalità multiplayer locale a cinque giocatori.

sm3dwAll’evento erano ovviamente presenti anche titoli d’attualità come il recentemente uscito New Super Luigi U e l’ormai prossimo Pikmin 3 (di cui pubblicheremo a breve una recensione), ma la nostra attenzione è stata rapidamente attirata da un quartetto di giochi che usciranno nella stagione Autunnale/Natalizia: Super Mario 3D World, Donkey Kong Country: Tropical Freeze, The Legend of Zelda: The Wind Waker HD e Sonic: Lost World. Di Super Mario 3D World abbiamo apprezzato molto l’introduzione del multiplayer a 4 giocatori. Mai tentata prima in un Mario 3D, questa implementazione si rivela molto più riuscita e funzionale che non nei Mario 2D, e ne diviene la vera e propria Raison d’être. Nonostante di primo acchito il titolo sembri meno ambizioso di un qualsiasi Mario Galaxy, il level design integra tantissime idee brillanti partorite dal team EAD Tokyo sulla scia di quelle di Galaxy. Siamo convinti che alla prova, Super Mario 3D World riuscirà a convincere anche i giocatori più scettici, grazie alla sua enorme inventiva ed all’ottimo multiplayer.

Leggermente meno sorprendente è stato invece Donkey Kong Country: Tropical Freeze, che appare in diretta continuitàtropicalfreeze con il precedente Donkey Kong Country Returns, sia a livello di gameplay che grafico. Le novità sono veramente poche e marginali, e se da un lato ritroviamo lo stesso grandioso gameplay di quello che è stato, a parere di chi scrive, il miglior platform della generazione, dall’altro la sensazione che si sarebbe potuto fare di più resta fortissima. Nonostante queste preoccupazioni, restiamo fiduciosi, avendo con gli anni imparato a non sottovalutare mai i lavori dei texani Retro Studios.

legend-of-zelda-wind-waker-hd-wii-uA metà strada tra la riedizione in HD ed un remake più integrale è invece The Legend of Zelda: The Wind Waker HD. A distanza di 10 anni dall’uscita originaria, il titolo GameCube tornerà questo inverno su Wii U, in una edizione che rende giustizia alla visionarietà estetica del grande classico. L’aspetto grafico ripulito ed in alta definizione, combinato con l’effetto nostalgia, ci ha fatto scendere qualche lacrimuccia, mentre a livello di gameplay tutto è rimasto esattamente come ricordavamo. Tra le poche novità di questa riedizione troveremo l’integrazione con Miiverse, la possibilità di navigare a velocità doppia (inserita a seguito delle critiche sull’eccessiva durata delle traversate nell’originale), ed altri ribilanciamenti minori. Nulla che stravolga il titolo quindi, ed anche se avremmo preferito l’aggiunta di dungeon o quest addizionali, siamo sicuri che Wind Waker HD sarà un’ottima occasione per scoprire o ri-scoprire un classico moderno.

Dopo anni di titoli mediocri, Sonic: Lost World si è presentato come una vera e propria boccata d’aria fresca per ilsonic-lost-world-2-jpg_213739 martoriato franchise del porcospino blu. Andando a rivedere alcune delle regole non scritte della serie e prendendo ispirazione da alcuni titoli dell’ex-arcirivale Mario (su tutti Galaxy e 3D Land), SEGA ha confezionato una demo con tre livelli tra loro diversissimi, ma tutti egualmente validi. Buona la scelta di diminuire la velocità dell’azione e di dare un nuovo peso al platforming più puro. Controllare Sonic è più immediato, più divertente, e se la varietà vista nei tre livelli provati sarà mantenuta anche nella versione definitiva potremmo azzardarci a dire che questo natale Super Mario 3D World avrà un degno rivale.

Concludiamo la nostra carrellata sui titoli “maggiori” con Mario Kart 8. Il titolo arriverà sfortunatamente soltanto nel corso del 2014, ma si è già mostrato ai nostri occhi in forma sgargiante. Oramai il nome Mario Kart è sinonimo di grande qualità, e da quello che abbiamo potuto vedere anche questo ottavo capitolo non farà eccezione, grazie anche all’ambizione di riprendere e rivedere in grande i migliori elementi di Mario Kart Wii e Mario Kart 7. Ciò che maggiormente ci ha colpito di questo divertente racer, oltre alla novità costituita dalle piste anti-gravità, è senza dubbio la grafica, una delle migliori finora viste su Wii U, mentre siamo dell’idea che si sarebbe potuto trovare qualche utilizzo maggiormente creativo del GamePad e delle sue funzioni.

Altri titoli Wii U di minore interesse presenti all’evento, ma che per completezza abbiamo coperto sono Mario & SonicMario-Sonic-Winter-2014-Wii-U alle Olimpiadi Invernali di Sochi 2014, Disney Infinity, Wii Party U e Ducktales. Parlando del primo, nella demo testata abbiamo provato tre diversi minigiochi, una gara di sci competitiva, dove per accelerare bisognava inclinare il Wiimote o il Gamepad verso il basso, mentre per saltare bastava dare un colpetto verso l’alto; una gara di bob cooperativa, dove i giocatori dovevano inclinare contemporaneamente il Wiimote nella direzione giusta, e una gara singola, che raccoglieva diverse discipline in una corsa a tappe, anche qui con il movimento legato all’inclinazione del Wiimote. Nel suo primo capitolo per Wii U, la serie di minigiochi a tema olimpico si mostra sì visivamente migliorata, ma con qualche incertezza. Durante tutte le gare che abbiamo provato, abbiamo riscontrato numerosi cali di frame, senza contare che nell’evento più lungo, la gara comulativa, il motion plus del Wiimote in prova ha perso la calibratura iniziale, facendo schiantare il povero Mario più e più volte. Speriamo la versione finale non abbia tutti questi difetti.

Disney-Infinity-Toy-Box-Mode-ToyBox3Disney Infinity è invece un gioco d’avventura e sandbox che ricalca le orme di Skylanders, e presenta un vasto cast di personaggi Disney e Pixar. Abbiamo provato la parte Sandbox, dove abbiamo avuto a disposizione una vasta area in cui potevamo creare praticamente di tutto, da piscine a fionde giganti, e grazie al pratico portale potevamo far interagire due personaggi tra di loro, collaborando o sfidandoli, grazie anche a dei dischi che possono aumentare le abilità degli eroi. Le statuine sono di ottima fattura, in perfetto stile Disney, lo stesso purtroppo non si può dire dell’aspetto grafico del gioco, che è evidentemente dedicato ai più piccoli. Disney Infinity è in arrivo nei negozi questo Agosto.

Wii Party U, in uscita entro l’anno, è la naturale evoluzione di Wii Party. Non abbiamo avuto tempo di affrontare unanuovo_gioco_da_creatori_wii_party delle classiche partite in stile “gioco dell’oca”, ma ci siamo limitati a saggiare alcuni dei minigiochi presenti nel titolo. Questi sono apparsi immediati, semplici e divertenti, atti a sfruttare tanto il Wiimote, che il GamePad di Wii U. Alla sua uscita Wii Party rappresentò una boccata d’aria fresca rispetto alla stagnante serie di Mario Party, anche grazie ad una maggiore immediatezza e a minigiochi che sfruttavano il Wiimote in maniera veramente intelligente. Speriamo che Wii Party U sia in grado di fare altrettanto.

Ducktales, remake del classico platform Capcom realizzato da WayForward è l’ultimo dei titoli Wii U (in realtà si tratta di un multipiattaforma) provati. Il gioco presenta un gameplay molto classico, diviso tra esplorazione e salti con precisione millimetrica. L’alto numero di nemici ed il level design ostico lo rendono un titolo difficile, a tratti frustrante, e sicuramente adatto maggiormente ai giocatori più navigati. Da segnalare la meravigliosa grafica 2D ed il comparto sonoro, che rendono vivi Zio Paperone e tutti gli altri fantastici paperi protagonisti di questa serie.

9346.yoshis-new-island--10.vidAll’evento milanese non era presente solo Wii U, ma anche 3DS, purtroppo con tre soli titoli giocabili. Di questi uno era The Legend of Zelda: A Link Between Worlds, di cui vi abbiamo recentemente mostrato una succosa anteprima, ed un altro era Mario & Luigi: Dream Team Bros., di cui è in arrivo a breve la recensione. La grossa novità è stata quindi New Yoshi’s Island, che si è mostrato tanto nell’aspetto grafico che nel gameplay in linea con il nome che porta. Un titolo piacevole sia da vedere che da giocare, ma che forse risulta fin troppo simile al suo illustrissimo predecessore. Attendiamo di provarlo nuovamente in una versione più matura.

La nostra opinione generale della giornata è stata più che positiva. Siamo rimasti contenti del minore afflusso di titoli 3DS, visto l’enorme numero di must have già usciti nella prima parte del 2013, e le numerose prove Wii U ci hanno convinto e lasciato presagire grandi titoli per la fine del 2013 ed il 2014. Certo è che si tratta di titoli indirizzati principalmente verso un pubblico “Nintendaro” e che difficilmente riusciranno a convincere dell’acquisto chi non è appassionato dei brand della grand N. Non sappiamo se sarà questa la ricetta adatta o meno al rilancio di Wii U, ma al di là di queste considerazioni, per chi ama un certo tipo di titoli da Nintendo, il futuro appare assai roseo. Il game of the show? Ovviamente Bayonetta 2.

Filippo Veschi, caporedattore di Matt’s Games

&

Guido Avitabile, vice direttore di Matt’s Games

Condividi in rete

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • RSS
Reportage: ecco l’Open Day di Nintendo Italia Reviewed by on . Dopo un mese e mezzo di pausa (non vogliatecene, ma seguire un E3 in cui vengono mostrate due piattaforme next-gen, con conseguenti strascichi si è rivelato par Dopo un mese e mezzo di pausa (non vogliatecene, ma seguire un E3 in cui vengono mostrate due piattaforme next-gen, con conseguenti strascichi si è rivelato par Rating:
scroll to top