Ultimi contenuti da Tom's Hardware

da The T-Vex L’arte e lo zen dei colloqui di lavoro

L’arte e lo zen dei colloqui di lavoro

Di questi tempi, saper vendere la propria mercanzia è tutto. Superare le preselezioni da curriculum è importante, ma è solo il primo passo. E’ nei colloqui che deve venir fuori il venditore di aspirapolvere che è in se.   Un grande errore: credersi più di quel che si è e stimarsi da meno di quel […]
da The T-Vex La presunzione di un serializzatore

La presunzione di un serializzatore

Il guizzo che non guasta in un lavoro, quello dello sviluppatore, considerato noioso dai più.   Poiché nulla di sé e del mondo sa la generalità degli uomini, se la letteratura non glielo apprende. Leonardo Sciascia Ci sono due categorie di programmatori: nel primo vi sono quelli che gradiscono le soluzioni out of the box, cioè […]
da The T-Vex Ma SQL Server è ancora di moda?

Ma SQL Server è ancora di moda?

E’ da quando all’orizzonte c’è il cloud, l’applicazione è mobile e Javascript, per discrezione, lo si preferisce Unobtrusive, che le cose gli sviluppatori sembrano non farle più alla missionaria e cioè col metodo tradizionale. C’è ormai quasi una gara alla rottamazione del vecchio. Neppure i database sembrano esserne esenti. Ma stanno davvero così le cose?   Non passare […]
da The T-Vex Un programmatore C# dentro una mela

Un programmatore C# dentro una mela

Avventure e disavventure di uno sviluppatore C# .NET alle prese con lo sviluppo di applicazioni per iOS (iPhone e iPad).   Un linguaggio diverso è una diversa visione della vita.  Federico Fellini Nello scorso intervento ho raccontato un cambio di scenario singolare: la perdita del primato di centralità di Microsoft nel panorama IT, più che altro […]
da The T-Vex Il crepuscolo di un impero

Il crepuscolo di un impero

Guai al generale che si presenta su un campo di battaglia con un sistema. Napoleone Bonaparte     Gli sviluppatori in tecnologie Microsoft hanno, in molti casi, costruito la loro intera carriera facendo esclusivamente riferimento alle loro stelle polari: Microsoft, Visual Studio e la tecnologia/piattaforma di volta in volta offerta dall’Unico Vero Zio (Bill Gates). […]
da The T-Vex Cicli e ricicli delle eredità del software

Cicli e ricicli delle eredità del software

Non esser troppo scrupoloso né saggio oltre misura. Dal Libro dell’Ecclesiaste       Gli sviluppatori moderni, pure quelli di casa nostra, parlano difficile. I loro discorsi sono pieni di inutili inglesismi, spesso cacofonici, quando non semplicemente inventati o malamente riadattati. Vi risparmio il triste campionario di esempi, che tanto conoscete ed usate quotidianamente quanto […]
da The T-Vex Il Team Building

Il Team Building

Il tempo che ti è assegnato è così breve che se perdi un secondo hai già perduto tutta la vita, perché non dura di più, dura solo quanto il tempo che perdi.  Franz Kafka   Chi ha sempre lavorato per piccole aziende informatiche del mio territorio, aziende spesso con capitalizzazioni simili alle salumerie nel periodo […]
da The T-Vex Il Codice Swinch

Il Codice Swinch

In tutto c’è una morale, basta trovarla. Lewis Carroll, Alice nel paese delle meraviglie       Apparentemente potrebbe sembrare che la professione del programmatore non abbia implicazioni etiche visto che non ha a che fare con la salute delle persone, con la religione e nemmeno (direttamente) col danaro, ma chi ha fatto questo lavoro per almeno […]
da The T-Vex Elvis Presley normalizzato

Elvis Presley normalizzato

Peripezie ordinarie, di un lavoratore dei bit ordinario, alle prese con una carriera ordinaria.  Si sa che la gente dà buoni consigli se non può più dare il cattivo esempio. Fabrio De Andrè   La maggior parte di quanti attualmente si guadagnano da vivere scrivendo software gestionali, categoria a suo modo ascrivibile a quella dei programmatori, [...]
da The T-Vex Dei programmatori e di altri dèmoni

Dei programmatori e di altri dèmoni

Riflessioni sulla professione del programmatore, che danno il senso dell’intero blog, se questo un senso ce l’ha…       Restare all’ufficio postale e impazzire… o andarmene e giocare a fare lo scrittore e morire di fame. Decisi di morire di fame. Charles Bukowski   Non credo che da piccolo abbia mai desiderato di fare [...]