A passeggio fra mondi nascosti dietro un vetro

Chi Sono

Chiedi ad una persona tutto, ma non di descriversi.
Che senso avrebbe starvi qui a raccontare chi sono, cosa ho fatto, perché l’ho fatto e soprattutto come davvero l’ho fatto?
Che senso avrebbe dirvi che sono diplomato in Elettronica e Telecomunicazioni, che ho fatto un corso di specializzazioni in energie rinnovabili (ed in pile ricaricabili),che al momento lavoro come consulente informatico bancario e che sono iscritto ad una accademia teatrale? Che senso avrebbe? Nessuno.
Si nasce, si cresce e si muore per farsi descrivere dagli altri, perché solo in quel momento la nostra pasta trova una concretezza, anche se effimera e comunque volubile.
Quindi chiedi ad una persona tutto, ma non di dirvi chi è.
Partendo dal fatto che chi è non lo sa nemmeno lei, il racconto che ne verrà fuori non sarà che un insieme di dati noiosi dai quali al massimo potremmo trarne uno stereotipo, e con tutta probabilità, quella persona avrà mentito in qualcosa, sia per troppo, che per troppo poco ego.
Avrebbe senso invece dirvi che ho scritto articoli per il sito “Paladini del Videogioco”? Che reputo il videogioco come una vera e propria forma artistica, e che come tale mi piacerebbe venga considerato?
Che adoro al pari le altre forme espressive, adoro il cinema, amo scrivere, e che mi piace mortalmente il fatto che chiunque qui, su queste lande di vetro, possa giocare a diventare Dio, solamente armato di una penna?
No. Non avrebbe senso.
Però intanto vi ho già detto tanto, troppo, stropposamente troppo di come sono tramite tutto ciò, badando bene al fatto che non vi ho mai detto chi sono.
Perciò, non chiedete mai ad una persona di descriversi.
Fatevi un bagno delle sue domande piuttosto, per capirlo.

Per contatti :

[email protected]

Alessandro Tonoli