Apple, gli anni di garanzia sono due, siamo in Europa, stupidi!

Ogni prodotto acquistato da privati è garantito per legge per un minimo di 2 anni.
Apple continua a sostenere sul proprio sito che la sua garanzia è di soli 12 mesi. È tutto fumo negli occhi per convincere i consumatori di una falsa verità. E soprattutto, per indurre i più creduloni a pagare il servizio Apple care per godere di un diritto garantito per legge.

Ecco l'ultima mail speditami in cui Apple prova a convincermi di pagare 69 per godere di un diritto che mi è garantito per legge.

Ecco l'ultima mail speditami in cui Apple prova a convincermi di pagare 69 per godere di un diritto che mi è garantito per legge.

Infatti, se hai comprato un qualsiasi prodotto Apple come privato – ovvero non fatturato su partita IVA – puoi esercitare il diritto di garanzia entro 2 anni presso il tuo rivenditore. Se questo fa reticenza, ed è un negozio fisico, chiama i Carabinieri direttamente sul posto e denuncia che un pubblico esercente sta violando una legge dello Stato. Se hai acquistato online, dall’Apple Store o da altri e-commerce, vai a raccontare alla Guardia di Finanza l’episodio.
Insomma, Apple ha tutto il diritto di vendere servizi di assistenza aggiuntivi a chi vuole, e ai prezzi che preferisce. L’azienda dovrebbe però smettere di pubblicare messaggi ingannevoli nei quali il consumatore ricava un’impressione sbagliata sui termini di garanzia.  I prodotti di Apple mi sembrano già abbastanza cari, non vedo perché ricorrere a certi trucchetti per raggranellare ancora più quattrini. E state attenti, che fra poco inizieremo anche in Italia a fare Class Action.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • Email
  • RSS
  • iGodness

    Il tuo ragionamento e’ comprensibile, ma non esattamente corretto. Permettimi d spiegarti:
    Apple offre il Piano di Protezione (l’Apple Care), che e’ un servizio ben diverso dalla garanzia.

    La famosa legge sulla garanzia della durata di 2 anni e’ relativa ai difetti di conformita’: se tu acquistassi una radio da MediaWorld, l’attaccassi alla presa della tua cucina e scoprissi che (accidentaccio) non funziona, potresti restituirla a MediaWorld e questo la sostituirebbe all’istante. Se tu, invece, acquistassi una radio e questa funzionasse ma disgraziatamente smettesse di fare il suo bel lavoro dopo 1 mese, non avresti possibilita’ di sostituzione, in quanto il problema non e’ da considerarsi come Difetto di Conformita’ (l’oggetto su cui si basa la famosa legge Europea sulla garanzia della durata di 2 anni).

    Caso Apple:
    Se tu acquistassi un prodotto Apple e scoprissi che e’ soggetto a difetto di conformita’, questo ti verrebbe sostituito gratuitamente. Inoltre, Apple non prevede la soglia dei 2 anni. Infatti, se il tuo prodotto facesse parte di una gamma con un qualche difetto di fabbricazione e il difetto si manifestasse dopo svariati anni, Apple ti sostituirebbe comunque gratuitamente l’oggetto.

    Apple Care:
    e’ cio’ che i clienti di altre aziende pensano di avere con l’acquisto di un prodotto, ma che in realta’ non hanno. Io acquisto un prodotto e si scassa dopo 6 mesi. Apple Care lo sostituisce o lo riparara. Oltretutto, e’ possibile estendere l’Apple Care fino a 2 anni (per iPhone e iPod) o 3 anni (per Mac e altri prodotti Apple).
    Infine, Apple Care offre un supporto tecnico per aiutare il cliente in svariati tipi di problemi.

    Spero che possa esserti stato utile. Domanda pure se hai altri dubbi :)

  • Giovanni

    “.. Se tu, invece, acquistassi una radio e questa funzionasse ma disgraziatamente smettesse di fare il suo bel lavoro dopo 1 mese, non avresti possibilita’ di sostituzione, in quanto il problema non e’ da considerarsi come Difetto di Conformita’ (l’oggetto su cui si basa la famosa legge Europea sulla garanzia della durata di 2 anni).”

    A parer mio questo non ha alcun senso. Se la garanzia è di 2 anni ma posso sostituire una radio solo se si rivela rotta il giorno dell’acquisto.. a cosa servono i 2 anni di garanzia?

  • Ariel

    Se chiami i carabinieri mi sa che ti mandano a quel paese, putroppo io sono in questa situazione e devo andare per vie legali.

    • http://www.tomshw.it Roberto Buonanno

      Ciao, sei al secondo anno di garanzia e il tuo negoziante non ti vuole tutelare? Dammi i dettagli per piacere, iniziamo a parlarne un po’ pubblicamente.

  • Vincenzo

    Io ho acquistato online direttamente sull’Apple Store un macbook pro nel marzo 2008. Ora, dopo aver installato Snow Leopard, si sono verificati una serie di problemi. Prima quelli di compatibilità con alcuni software Nikon (segnalati da Nikon ma non da Apple nella sua lista di software incompatibili). Ma questo è il meno. Successivamente ho riscontrato problemi di connessione con la Vodafone Station (non mi trova più la rete wirwless). Passiamo ora ai problemi hardware. Il computer non si spegne più da solo, devo tenere premuto il pulsante di accensione. Infine, volevo reinstallare Snow ma il disco non viene riconosciuto, il lettore fa strani rumori e il cd non usciva più. Ho smontato ed estratto fisicamente il disco, ora il lettore non riceve più nessun cd, meccanicamente non entrano più.
    Ho richiesti un intervento di assistenza alla Apple, mi ha rimandato ad un’assistenza che però mi dice che non è un intervento in garanzia. Apple mi dice invece che, una volta fatta la “diagnosi”, o il centro o io devo richiedere ad Apple di avviare la “procedura” per assistenza in garanzia come da normativa europea.
    Il centro di assitenza però non ne sa niente e vuole pagato subito l’intervento! Che fare secondo voi?
    Grazie, Vincenzo

  • BigBlack

    Bè semplice…. io non comprerei + mac… Non s’è mai visto un pc, per cui aggiorni il sistema operativo e decade la garanzia… ahaha proprio ridicoli…

    per quanto riguarda il problema del lettore cd… io avrei evitato di smontarlo data la garanzia.. li è possibile che nn te la riconoscano..

    Ma la famosa garanzia apple che ti vengono a prendere il pc a casa e te lo accomodano con la loro valigetta? La moda non sempre va d’accordo con la praticità…

  • Nessuno

    @iGodness
    Mi sembra che sia tu che fai un po’ di confusione.
    In primis quello che hai descritto dell’Apple Care è esattamente quello che si applica con la garanzia nei primi 2 anni. Cioè, se hai un difetto, il produttore (nei primi 12 mesi) o il rivenditore (nei successivi 12) coprono le spese per darti un apparecchio funzionante. Che non significa necessariamente la sostituzione dello stesso nemmeno al primo giorno. Non sta scritto da nessuna parte che il primo, il secondo o un mese si va di sostituzione e poi di riparazione. Sostituzione o riparazione sono a discrezione del rivenditore o centro di riparazione. E la sostituzione può anche avvenire con un prodotto precedentemente riparato (quindi non nuovo).
    Logico che il rivenditore, sopratutto se è una grande catena, per minimizzare i problemi con il cliente fa tutto quello che può per venirti incontro. Mediaworld applica la sostituzione immediata del prodotto i primi 8 giorni anche se di legge non ne è tenuta, per esempio.
    Mi sembra ovvio, dalle tue parole, che sei cascato in pieno nella “trappola” del marketing Apple, cioè venderti i diritti di cui già godi. Ovviamente se la tua idea è quella di voler coprire la garanzia oltre i 2 anni, il servizio Apple è da prendere assolutamente in considerazione. Ma sapendo che i primi 24 mesi sono già coperti da tale servizio secondo la legge Europea. Non quella inventata dall’ufficio marketing a Cupertino, California, USA.

  • Davide

    @BigBlack

    Si è visto, invece. Alla Dell (che sono anche fra i più illuminati sul free software, figurati gli altri) sostengono che se metti linux al posto di winzozz ti scade la garanzia.

  • daniele

    Ciao a tutti

    Dopo un anno e 7 gg il mio i.phon 32g s ha riscontrato dei problemi(si resetta ogni 5 min) con apple non sono più coperto e il rivenditore mi ha detto di andare a quel paese che loro gratis non fanno niente!cosa devo fare per favore help please!!! ho letto la normariva europea e da quello che ho capito sono obbligati a riparmelo gratis nei primi 24 mesi…
    attndo una risposta thanks

    • http://www.tomshw.it Roberto Buonanno

      Ciao, si tratta di un argomento veramente spinoso. Chi vende è obbligato a fornire 2 anni di garanzia per vizi di conformità. Ovvero la garanzia dura sì due anni, ma solo sui difetti che puoi dimostrare fossero presenti già nei primi sei mesi di vita del prodotto.
      Nel tuo caso, devi poter dimostrare che questi reset continui erano già esistenti.
      Qui abbiamo pubblicato un articolo di approfondimento scritto dal nostro studio legale specializzato in diritto dell’informatica.
      http://www.tomshw.it/cont/articolo/garanzia-commerciale-chi-ha-detto-che-e-di-due-anni/22822/1.html

      C’è però un’altra possibilità. Hai il problema a seguito di un aggiornamento di firmware?

  • daniele

    grazie 1000 Roberto secondo te a chi mi devo rivolgere per far valere il mio diritto di consumatore?

  • Gds

    Roberto Buonanno: ma che dici. Devi dimostrare che esisteva nei primi 6 mesi? Ma hai letto la legge?

    riguardo alla conformità:

    c) presentano la qualita’ e le prestazioni abituali di un bene dello stesso tipo, che il consumatore puo’ ragionevolmente aspettarsi, tenuto conto della natura del bene e, se del caso, delle dichiarazioni pubbliche sulle caratteristiche specifiche dei beni fatte al riguardo dal venditore, dal produttore o dal suo agente o rappresentante, in particolare nella pubblicita’ o sull’etichettatura;

    Secondo te un iphone che si resetta ogni 5 minuti manifesta prestazioni normali?
    E, secondo te, devi dimostare che si resettava nei primi 6 mesi di vita? Ma se si resettava nei primi sei mesi, perché lui chiede la riparazione adesso?
    Il difetto può manifestarsi in qualsiasi momento nei due anni e considerarsi valido ai fini della garanzia.

  • http://www.facebook.com/roberto.buonanno Roberto Buonanno

    Ciao, io non posso che leggere l’interpretazione fatta dai nostri amici avvocati. Al massimo mi sbaglio :)
    Il mio parere rimane che il bene deve essere riparato o sostituito per ogni difetto che non sia dovuto a uso improprio o imperizia del proprietario.

  • Paolo

    @gds: OK, facciamo un po’ di chiarezza.
    La cosiddetta “garanzia europea” è regolata dal Codice del Consumo
    (D.lgs. 206/2005), in particolare alla parte IV titolo III “Garanzia legale di conformità e garanzie commerciali per i beni di consumo”.

    In pratica l’articolo 130, comma 1 recita:
    1. Il venditore e’ responsabile, a norma dell’articolo 130, quando il difetto di conformita’ si manifesta entro il termine di due anni dalla consegna del bene.

    Oh allora sono due anni ? Non proprio. Lo stesso articolo, al comma 3, puntualizza
    3. Salvo prova contraria, si presume che i difetti di conformita’ che si manifestano entro sei mesi dalla consegna del bene esistessero gia’ a tale data, a meno che tale ipotesi sia incompatibile con la natura del bene o con la natura del difetto di conformita’.

    Ovvero, se sono passati più di sei mesi è l’acquirente che deve dimostrare che il prodotto era difettoso.

    In sintesi, la certezza della copertura di garanzia ce l’hai per i primi sei mesi, poi l’onere della prova è a carico tuo.

    Poi, a fianco della garanzia legale, c’è quella commerciale che è quella standard del venditore (un anno nel caso di Amazon Kindle).

    Allora, se compro un Kindle in America non sono coperto dalla garanzia legale europea ? Un piffero, sei coperto eccome, checché ne dica Amazon. Infatti, più avanti, c’è l’articolo 134 che ci salva recitando al comma 3:
    “3. E’ nulla ogni clausola contrattuale che, prevedendo l’applicabilita’ al contratto di una legislazione di un Paese extracomunitario, abbia l’effetto di privare il consumatore della protezione assicurata dal presente paragrafo, laddove il contratto presenti uno stretto collegamento con il territorio di uno Stato membro dell’Unione europea.”

    Spero di aver chiarito un pochino le idee, anche se un po’ in ritardo…:-)

  • gabriele

    il mio intervento non è specifico del prodotto di cui parlate, ma quello che mi è successo può essere illuminante. in concreto un consumatore ha in realtà 6 mesi di garanzia, perchè non avendo oneri di dimostrare il difetto non dipendenti da lui allora un venditore che si mostrasse reticente andrebbe incontro a diverse grane. quando passano i 6 mesi cominciano i problemi perchè se il negoziante fa il reticente per un consumatore è difficile muoversi. ho acquistato un multimedia player recorder e poco + di un anno ha cominciato a non funzionare e l’ho portato dal venditore che dopo aver visto lo scontrino mi ha ridato il prodotto indietro senza neanche controllarlo, asserendo che essendon passato più di anno il problema non era più di loro competenza ma dovevo rivolgermi direttamente al produttore. io ho fatto notare che la legge non dice questo, ma il negoziante non ne ha voluto sapere, e dopo un consulto ho inviato una raccomandata al negoziante indicando gli obblighi che la legge gli imponeva, ma non l’ha mai letta perchè tale raccomandata mi è tornata indietro come rifiutata. per cui a che serve avere un diritto se diventa problematico farlo valere. ho contattato l’associazione consumatori, ero disposto a dare la quota associativa per far valere un principio, ma mi è stato fatto capire che pur avendo loro a rappresentarmi il risultato sarebbe stato di vedere di nuovo la raccomandata respinta e quindi sarebbe stato necessario ricorrere ad un legale, e poi richiedere la perizia che sarebbe stata a mio carico. e badate bene, io non ho avuto il problema di voler avere il prodotto riparato in garanzia comunque, il venditore non l’ha proprio preso in consegna.
    le sorprese non sono finite. sono riuscito a far avere il prodotto al produttore, ma mi è stato mandato indietro con la scritta in tedesco che diceva che il danno era causato dall’utente, quindi da me, affermando che il guasto era dovuto ad una caduta. ho scritto al produttore per sapere come avesse stabilito che il prodotto era caduto visto che l’involucro, il case, non presenta neanche un segno? finora non mi hanno risposto.

  • Piffero

    “Ciao, si tratta di un argomento veramente spinoso. Chi vende è obbligato a fornire 2 anni di garanzia per vizi di conformità. Ovvero la garanzia dura sì due anni, ma solo sui difetti che puoi dimostrare fossero presenti già nei primi sei mesi di vita del prodotto.”

    Questa e’ la perfetta sintesi della attuale “garanzia biennale” sui prodotti.

    Se compri una stampante e quella si rompe dopo 16 mesi, devi dimostrare che il difetto era preesistente, e non dovuto all’uso intensivo.
    Per un oggetto completamente “chiuso” invece, la dimostrazione e’ molto piu’ semplice: a meno che la parte guasta non sia soggetta ad usura (vetro graffiato, batteria che non dura un accidente, etc.) tutto il resto passa tranquillamente come difetto preesistente … anche se appare dopo qualche tempo.

  • Maurizio

    E’ una questione spinosissima, quella della garanzia legale, perché i nostri legislatori non hanno avuto il coraggio di esser chiari, ma hanno subito pressioni e generato una legge che sa di Azzeccagarbugli.

    Cosa si può fare? Acquistare solo presso quei negozi che hanno deciso di darsi un regolamento attinente al meglio allo spirito della legge.

    Per mia esperienza diretta, raccomando fortemente Auchan e Mediaworld.

  • svitini

    Ciao a tutti. Vi propongo di seguito il mio caso. Acquisto macbook pro da privato a ottobre del 2010. Egli mi consegna il documento di trasporto originale con cui ha ricevuto il bene.
    Lui ha vinto questo mac in un concorso, quindi pur essendo alla fine consumatore privato non ha pagato l’oggetto. Chi lo ha pagato é la societa che ha organizzato il cobcorso e quindi ha acquistato il macbook per inviarlo in regalo al vincitore.
    In sostanza il vincitore, privato utilizzafore fubale non ha uno scontrino, ne una fattura ma solo una bolla di consegna.
    Lui ha diritto alla garanzia di 2 anni secondo lalegge europea???
    Adesso il computer, che io ho acquistato dal fortunato vincitore, si é rotto ( sembra sia la scheda madre ) e la apple dice che la garanzia é scaduta ad ottobre poiche vale solo 1 anno. Visto che immagino che i diritti della garanzia europea non si esauriscano con il trasferimento di proprieta del bene, credo di aver diritto ad una riparazione in garanzia. Ma a chi devo richiederla e con che modalita?
    Grazie a tutti in anticipo.

    • Martinoli

      La risposta alla tua questione è alquanto semplice: se il prodotto è stato acquistato con fattura, e poi in seguito, ceduto (non venduto) a qualcuno, viene trasferita con esso anche la garanzia residua, che è di 1 anno … per avere i 2 anni dovresti avere uno scontrino o una fattura intestata a privato …

  • http://www.tomshw.it Roberto Buonanno

    Ciao Svitini, purtroppo in questo caso ti va male e ha ragione Apple. La garanzia europea infatti ha valore solo per i privati. L’acquisto originale è stato fatto da un’azienda e queste hanno diritto a un solo anno di garanzia. Una bolla di consegna non vale come ricevuta d’acquisto da consumatore privato.

  • Liutaio1949

    la legge va rispettata dei due anni di garanzia difatti fu proprio Monti quando era commissario europeo a farla imporre in europa . seol negoziante non vuole c’è la guardia di finaza che liscera il pelo a chi sgarra.

  • sissi

    salve,
    io ho comprato un iphone 4 il 10 settembre 2010 facendo un contratto con 3HG e, tramite compass, finirò di pagarlo nel marzo 2013. Qualche giorno fa si è rotto il tastino della vibrazione/suoneria e dunque il telefono non squilla più. La garanzia di un anno è saduta da ormai sei mesi e alla apple store di roma mi hanno detto che il telefono è da cambiare e che mi verrà a costare 150 euro, 3HG mi ha detto che non può fare nulla… potete darmi qualche consiglio su cosa devo fare? Perché di soldi per cambiarlo non ne ho avendo perso il lavoro da qualche mese e comunque credo sia assurdo tirare fuori soldi per un telefono che sto pagando da un anno e mezzo e dovrò pagare ancora per un anno. Grazie

    • Daniele Santini

      Prova a parlare con una associazione di consumatori, e quindi se ne hai il diritto rivolgiti alle autorità competenti ;-)

  • sissi

    ps. dimenticavo di dire che alla apple hanno effettivamente costatato che il problema è del telefono e non è stato causato da me….

    • RobertoBuonanno

      Ciao, per far valere la garanzia il secondo anno, che è a carico del rivenditore – in questo caso H3G – devi dimostrare che si tratta di un difetto congenito del prodotto. Rivolgiti a un’associazione dei consumatori, tipo altro consumo. Iscriviti alla prova del loro servizio, che mi pare sia gratuita e chiedigli un supporto legale.