Com’è retrò Google: Adsense si autentica con la letterina

Google stupisce sempre. Pochi giorni fa ho abilitato l’autenticazione a due passi per l’account Adsense aziendale. In pochi minuti ho creato un ulteriore livello di sicurezza per tutelare credenziali per le quali passano parecchi soldini.

Trotta cavallino che dobbiamo incassare piccioli!

L’account è abbastanza nuovo, perché siamo finalmente passati a una gestione tutta locale con la grande G. Credo che siamo tra i 17 in Italia che emettono fattura per Adsense, ma questa è un’altra storia.
La cosa buffa è che l’accesso al pannello Adsense è ultra sicuro, grazie a strumenti hi-tech come le applicazioni per smartphone che generano PIN univoci ogni minuto.

Google Autenthicator per iPhone.

Soldi però non ce ne arrivavano perché non avevo ancora confermato il nostro indirizzo. E questo livello di autenticazione non passa per scansione di retina, analisi del DNA o triangolazione geotermica delle rifrazioni dei propri bioritmi con l’esalazioni di Radon.

Ebbene – rullo di tamburi – Google ha optato per una soluzione arcaica o, low tech, che dir si voglia. Insomma, mi ha spedito questa meravigliosa cartolina da una località che si chiama Jamaica, nel circondario di New York. Ovviamente la prima spedizione si è persa, ma la seconda è arrivato oggi, salda e sicura come una vecchia e saggia tartaruga (cit.).

La cartolina che ha attraversato l'oceano!

Pensa te quanta strada ha fatto il mio PIN! È proprio vero che c’è chi, piuttosto di pagare, attraverserebbe l’oceano a nuoto.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • Email
  • RSS