Thecus N2560, configurazione RAID e primo avvio

Come si configura per la prima volta il NAS Thecus N2560, la procedura è la stessa per la maggior parte dei NAS di Thecus.

In questa seconda puntata metto finalmente in funzione il NAS ed eseguo la procedura iniziale. Innanzi tutto ho deciso di configurare  in RAID mirroring i miei due dischi da 2 Terabyte, ovvero ciascun disco è la replica speculare dell’altro. Si tratta di un sistema poco economico perché si spreca la metà dello spazio disponibile. Però i vantaggi sono significativi: in caso di rottura di uno dei dischi, infatti, tutti i dati sono preservati sull’altro disco. In attesa ovviamente di ripristinare il RAID, operazione che comporta l’acquisto di un disco di pari dimensioni o, se possibile, marca e modello identici .

Thecus N2560

Il sistema supporta l’hot plug, quindi in teoria a NAS acceso è possibile rimuovere il disco rotto e inserire quello nuovo. Sinceramente, non ho mai provato, spero di non doverlo fare presto.

Per avviare la configurazione dei dischi bisogna collegare il Thecus N2560 alla corrente elettrica e alla rete Ethernet di casa o ufficio. Dopodiché, il modo più comodo per accedere al dispositivo è scaricare il software gratuito Intelligent NAS. Questo è in grado di identificare sulla rete ogni NAS della Thecus e include le procedure guidate per i primi passi.

La prima scelta da fare è se vogliamo un’installazione automatica o manuale. Io scelgo sempre manuale per avere il massimo controllo. Appena fatta la selezione parte una fase d’installazione del sistema operativo che dura parecchi minuti, nel mio caso dopo una quarantina di minuti non aveva ancora finito, e quindi l’ho lasciato andare tutta la notte.

Alla seconda apertura di Intelligent NAS, finalmente possiamo accedere al sistema con login e password di default: admin / admin . Una volta dentro l’interfaccia browser, appare una schermata di configurazioni per il sistema RAID. Avendo solo due vani disco le scelte sono poche e ovvie: usare entrambi i dischi per un RAID 1 oppure 0 ; altrimenti sfruttarli come dischi singoli senza nessun RAID.

Dopo aver deciso quale tipo di RAID usare, il Thecus OS ci invita a creare un utente, che deve avere nome diverso da “admin”.

La procedura dettagliata è documentata nel video qui sotto, buona visione!

Link utili:

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • Email
  • RSS
  • wonderboy

    Thank You For Another Informative Site. The Place Else May Just I Get That Kind
    Of Info Written In Such An Ideal Means? I Have A Challenge That I’m Simply Now
    Working On, And I Have Been At The Look Out For Such Info.

    unocasinoindonesia