Settimana Linux: primo giorno e già tre problemi

La prima giornata mi pone 3 problemi su 3 fronti diversi. Un'installazione che si blocca, problemi a stampare e con un file EML. Come andrà a finire?

Primo giorno primo pasticcio. Ho installato Wine per far funzionare l’unico programma che non esiste in versione Linux tra quelli che uso, e l’installazione tramite Ubuntu Software Center si è piantata.

Per fortuna passava da queste parti Andrea Guglielmo, il nostro sistemista e community manager. Si è accorto dell’inconveniente e mi ha fatto eseguire due comandi da terminale per sistemare tutto. Poco user friendly ma funzionale.

sudo dpkg –configure -a

apt-get update

Dopo aver verificato l’effetto dei comandi qui sopra, ho aggiornato il sistema operativo con l’app Software updater. Sembra funzionare tutto bene… per ora! Soprattutto, YNAB, programma per me vitale, funziona benissimo anche in Linux.

Lo splash screen di YNAB su Linux Ubuntu

Lo splash screen di YNAB su Linux Ubuntu

Altro piccolo disastro. Ho azzardato esprimere la volontà di stampare una pagina di un PDF. Avvio la ricerca di rete della stampante dell’ufficio, una Xerox 7232; il tool però si blocca in maniera irrimediabile.

Come diavolo termino questa roba?

L’elenco dei processi non è chiaro. Memore della mia infarinatura da sistemista, provo con un più tradizionale pstree da riga di comando, ma ancora non capisco, chissà come mai. Fortunatamente mi ricordo, infine, che basta cliccare con il tasto destro sull’icona nel dock per richiedere la terminazione forzata.

Elenco dei processi da pstree

Elenco dei processi da pstree

Tutto galvanizzato dal fatto di aver capito come si esce da un’applicazione blocata, rimango però basito. Il tool d’installazione della stampante si blocca ogni santa volta, non appena, dopo la ricerca di stampanti di rete, trova la nostra Xerox 7232.

Per ora ho inoltrato il PDF da stampare al collega Bruno, se qualcuno conosce la soluzione, è il benvenuto!

Dramma tecnologico numero tre: come fai ad aprire un file EML generato da una discussione con un utente Ooutlook?

Su Ubuntu non mi sono sbattutto a cercare soluzioni e mi sono limitato ad aprire il Macbook, cercare la mail e aprire l’allegato con Mail di Apple. Per oggi ne avevo abbastanza di enigmi!

Tutti i post di “Una Settimana con Linux”

  • Simone Da Re

    per il file eml thunderbird dovrebbe aprirlo,prova con file -> open saved message,sappiami dire 😉

    • Roberto Buonanno

      Grazie

  • Prova a dare da terminale “sudo apt-get install printer-driver-splix”. In questo modo dovrebbe installarti i driver adatti.

    • Roberto Buonanno

      Ok ci provo

    • Roberto Buonanno

      Ciao, mi dice che printer-driver-splix è già alla versione più recente.

  • Francesco

    io uso da anni ubuntu e non ho mai avuto problemi di nessun tipo con l’installazione di stampanti in rete, anzi è molto più semplice di windows o mac…cmq io ho sempre avuto stampanti hp che sono ben supportate da linux, per quanto riguarda stampanti xerox, non so…cmq io sono ancora alla 12.04 lts e credo che continuerò a starci ancora per qualche mese…ci sono ancora dei problemi (noti) che devono essere fixati sulla 14.04

  • – Per la xerox: http://www.support.xerox.com/support/workcentre-7232-7242/downloads/enus.html?operatingSystem=linux&fileLanguage=it
    – Per xml usa thunderbird
    – Per il pdf, se la xerox funziona dovrebbe stampare. Talvolta i PDF, secondo il tool con il quale sono creati fanno a cazzotti coi driver delle printer. PEr mia esperienza personale ho avuto molti problemi con le lexmark.

    Ciao

    • Roberto Buonanno

      Grande Cryx grazie per le dritte 🙂 Proverò i tuoi consigli. Non voglio usare Windows nemmeno in macchina virtuale, quindi o va con Linux, o non c’è su Linux.

      • Se non va su wine semplicemente non puoi usarlo. Wine funziona meglio con i “vecchi” programmi. Ad esempio Photoshop CS2 è abbastanza stabile e si riesce a lavorare. Le versioni + recenti sono “rischiose”. Purtroppo molti software semplicemente non sono pensati per linux.

        dimenticavo:
        http://alternativeto.net/software/you-need-a-budget/?platform=linux

  • max

    ti prego evita di fare ste scenate per dire che linux non è user friendly… se non sei capace fattelo configurare e vai a lavorare…

    • picca

      concordo. c’è anche da dire che dopo aver capito il problema sai il perchè sono successe determiante cose, e questo accresce le tue conoscenze in campo informatico. e poi smettetela di usate quella merda di ubuntu! molto meglio debian o fedora!

      • Roberto Buonanno

        Ciao, ho usato Ubuntu perché è una delle distro più popolari. Come server uso Debian da 15 anni.

        • Ormai ubuntu è scesa di qualità in una maniera impressionante, già
          kubuntu, nonostante sia basata sulla prima sembra un altra distro, è tutt’altra cosa, merito del team kubuntu che da sempre fa un ottimo lavoro.
          Ubuntu software center è un cancro c’è poco da fare, per installare un .deb usa gdebi che installi con un “sudo apt-get install gdebi”
          Se invece vuoi cercare software presente nei repository usa synaptic che installi nello stesso modo di gdebi.
          In ogni caso se vuoi una distro linux per lavorare e che non sappia di robetta amatoriale usa OpenSUSE, che è tutto un altro mondo.

          • Roberto Buonanno

            Grazie mille per i consigli!

    • Luca

      Io invece sono d’accordo con l’autore: Linux è un sistema sotto molti punti di vista eccezionale, ma molto spesso i suoi utenti ne parlano come fosse l’unico vero sistema, cosa che non è!

      Capisco che per un informatico Linux offra potenzialità che Windows o OSX non pongono, ma è importante sottolineare che quando si prova ad usare Linux per davvero e serve avere un sistema pronto per lavorare, Linux fallisce miseramente.
      Non esiste che per stampare un file, navigare su internet o installare un emulatore debba smanettare per 2 ore, imparare cinque nuovi comandi da terminale (non sono tenuto a conoscere apt-get o dpkg) e scaricare 3 nuovi repository.

      Lavoro costantemente da remoto su centri di calcolo UNIX per calcoli ingegneristici, quindi so di cosa parlo. Linux è un ottimo esercizio di stile per gli informatici, ma un PESSIMO STRUMENTO DI LAVORO PER TUTTI GLI ALTRI.

      PS: “se non sei capace fattelo configurare” il sistemista costa, non lavora gratis. Cosa me ne faccio di un OS opensource gratis che poi richiede di pagare un tecnico per essere usato?

    • Roberto Buonanno

      Tutto quello che faccio è lavoro caro mio.

    • Lockart

      Questo è un diario di utilizzo di un altro sistema operativo per lavorare, tutte queste scenate sono più che lecite (se per scenate si intendono dubbi riguardo al funzionamento di qualcosa).
      Trovo invece il tuo comportamento inappropriato e totalmente opposta alla filosofia linux.

  • Graziano

    Sei una pippa… quello è il problema. io quasi mille server in PRODUZIONE con cose serie e non ho mai avuto il tuo problema da prima installazione per una home o office machine. Cambia hobby e magari anche lavoro.

  • peopleopinion.altervista.org

    3 problemi il primo giorno? cosa vuoi che siano: stai partendo ad esplorare un nuovo sistema operativo: non demordere: io nella prima settimana che ho usato windows ne ho avuto circa 3 mila. Quindi vinco io… hahahah
    a parte le battute Linux è un Signor Sistema Operativo (dipende dalla distribuzione), ma come per ogni cosa nuova con cui si inizia ad avere a che fare partendo dalle basi, si ha bisogno di fare gavetta.
    Continua a incrementare la tua esperienza e vedrai che quando avrai usato tanto a lungo linux quanto hai usato windows, i problemi con il primo saranno minori che con il secondo.