Welcome to Magazine Premium

You can change this text in the options panel in the admin

There are tons of ways to configure Magazine Premium... The possibilities are endless!

Member Login
Lost your password?

Pirateria. Altro che Hadopi, c’è ancora chi brucia i libri in piazza

12 gennaio 2011
By

A quanto pare il governo Cinese ha deciso di dare una svolta, e di cominciare a prendere sul serio la lotta alla pirateria.

Per chi non lo sapesse, nel paese asiatico è assolutamente normale entrare in un negozio e uscirne con copie non autorizzate di praticamente ogni cosa, e capita di vedere laboratori con centinaia di masterizzatori in funzione. Capita anche in Europa, ma è meno visibile e virulento.

Una buona idea, probabilmente.

La pessima idea è bruciare i libri pirata per strada. Saranno anche copie illegali, ma bruciare libri in piazza rievoca pessimi, pessimi ricordi. Almeno a Pechino, però, non pretendono di sembrare democratici. Sanno quello che sono e non lo nascondono. Scusate se non mi alzo.

Condividi questo articolo

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Email
  • RSS

Tags: ,