Welcome to Magazine Premium

You can change this text in the options panel in the admin

There are tons of ways to configure Magazine Premium... The possibilities are endless!

Member Login
Lost your password?

100 ragioni per comprare uno smartphone: notizie quando vuoi e dove vuoi

18 gennaio 2012
By

Le ultime notizie in tasca, sempre pronte

Uno smartphone è un piccolo personal computer, e come tale lo si può usare anche per informarsi. Ci sono tanti modi per farlo, ma la sostanza è che in ogni momento del giorno e della notte si può prendere in mano questo piccolo (ultimamente non tanto) dispositivo e aggiornarsi sui fatti del giorno, oppure prendersi il tempo di leggere approfondimenti sui propri argomenti preferiti.

Sul come fare c’è l’imbarazzo della scelta:

1)      Navigazione tradizionale

Il più classico dei metodi è visitare i siti di giornali, siti d’informazione e blog come questo (anche se qui non troverete notizie in tempo reale sulla tecnologia, per quello meglio leggere Tom’s Hardware). È facile e immediato, e dopo la prima visita si può aggiungere un sito ai preferiti, così ci si evita di digitare tutte le volte l’indirizzo. Due i potenziali ostacoli: alcuni giornali richiedono un abbonamento per l’accesso dal telefono (Repubblica o Il Corsera per esempio), e molti incredibilmente non hanno ancora una versione del sito adattata per i piccoli schermi. Il mio consiglio è di depennare entrambe le categorie e passare ad altro, a meno che i contenuti non siano davvero eccezionali.

Sito mobile del Corsera. Per procedere si paga

Come esempio di eccezionalità cito volentieri lavoce.info, che non ha una versione mobile ma offre articoli eccellenti, che vale davvero la pena di leggere. Anche internazionale.it merita lo sforzo, ma in questo caso l’interfaccia è davvero pessima su uno smartphone, quindi deve piacervi proprio tanto.

A questo proposito gli utenti iPhone hanno un vantaggio determinante: la funzione reader di Safari rende piacevolmente leggibile quasi ogni pagina esistente, anche quelle peggiori. Da provare assolutamente, anche su desktop (Mac e Windows).

2)      Feed RSS

Google Reader su iOS

Questo metodo non è esclusivo degli smartphone. Anzi, a dire il vero è meglio essere attrezzati di un PC per organizzare Google Reader. A cose fatte poi si potranno scorrere centinaia di titoli in pochi secondi, e selezionare in un battibaleno quelli che ci piacciono di più. È il nostro metodo preferito in redazione, sia su PC sia su smartphone.

3)      Applicazioni specifiche

Quasi ogni giornale o testata ha un’applicazione dedicata. S’installa e si legge il giornale. Qui abbiamo un panorama piuttosto variegato, con applicazioni che vanno dallo “spettacolo assoluto” al “oddio uccidetemi”. Impossibile saperlo prima di provarle, ma visto che sono tutte gratis si possono provare. L’applicazione non si paga nemmeno per quei siti che richiedono un abbonamento: di solito in questi casi si può leggere titolo e sommario dell’articolo, ma bisogna pagare per leggere il resto.

L'applicazione di El Pais (Madrid)

Da un punto di vista tecnico, vale la pena dire che la maggior parte delle apps sono in verità versioni mobile dei rispettivi siti molto ottimizzate, con una  buona dose di HTML5. Sotto al cofano c’è sempre il browser predefinito del sistema operativo a fare tutto il lavoro, e ciò che cambia è praticamente solo l’interfaccia.

4)      Social Network

A differenza di molti non credo che Facebook e Twitter siano buoni strumenti per restare informati da una grande quantità di fonti. Ma se si tiene sotto controllo un numero limitato di “amici” sono strumenti gestibili, più Twitter che Facebook. Le singole applicazioni sono fatte piuttosto bene, ma quando si clicca su un link che sembra interessante ci si ritrova nel browser nativo, con i possibili problemi visti al punto 1.

5)      Applicazioni dedicate alle informazioni, aggregatori

Flipboard

Esistono poi applicazioni specifiche, pensate per chi ama informarsi con un telefono. Io sono un amante del metodo numero 2, e questo fa di me un pessimo consigliere per quest’ultima opzione. Però mi sento di consigliare Flipboard, un’applicazione eccezionale che può riunire Google Reader, Facebook, Twitter, Instagram e diversi raggruppamenti tematici – tutti o quasi in inglese purtroppo. È veloce, divertente, affidabile. Purtroppo è disponibile solo su iPhone e iPad, in due distinte versioni, ma se ne avete l’occasione dovreste davvero provarla.

Condividi questo articolo

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Email
  • RSS