Welcome to Magazine Premium

You can change this text in the options panel in the admin

There are tons of ways to configure Magazine Premium... The possibilities are endless!

Member Login
Lost your password?

Universal porta in tribunale una mamma e un infante ballerino

25 gennaio 2013
By

Quando fare il genitore ti porta in tribunale

Essere un genitore, si sa, è un po’ essere mezzo criminale. Già aumentare il numero di abitanti di un pianeta così abbondantemente popolato è azzardato, per non parlare dei molti crimini educativi di cui ognuno di noi prima o poi si renderà responsabile.

Per non parlare del peggiore dei crimini: fare filmini amatoriali che violano il diritto di autore. Meno male che ci sono società serie come la Universal Music a fare la guardia, e a denunciare senza esitazione mamme e papà pirati.

bimbo-dance

È capitato nel 2007 che una madre entusiasta filmasse il figlio che ballava un brano di Prince, per poi caricarlo su YouTube per mostrarlo ai parenti e al mondo intero. Non l’avesse mai fatto: quella canzone appartiene a qualcun altro, e non la puoi mica usare in quel modo sordido, per guadagnarci chissà cosa.

La signora, presa alla sprovvista, ha chiesto aiuto alla Electronic Frontier Foundation – un’associazione che si occupa di diritti digitali, ma cinque anni di confronti non sono serviti, e ora si andrà in tribunale. Nel frattempo il video per qualche ragione è ancora online.

E sì che le argomentazioni della EFF era quelle giuste: “era un caso lampante di Fari Use”, l’uso giusto dell’opera intellettuale altrui. Non si tratta di “rubare” il lavoro altrui, ma di sfruttarlo per creare qualcosa di completamente nuovo e originale. Per di più l’opera in questione non è centrale né determinante nel risultato, perché nel caso specifico potrebbe essere stata anche un’altra canzone – ammesso che il bimbo apprezzasse.

Ecco, il diritto al Fair Use è lo stesso che c’è al centro del romanzo Pirate Cinema di Cory Doctorow. E in un senso più l’idea di usare il lavoro altrui per creare una nuova opera è anche una colonna fondamentale della licenza GPL, e sta alla base del movimento open source – o meglio del software libero.

Ecco, io spero con tutto il cuore che il giudice prenda a calci la Universal, perché se lo merita. Hanno fatto una scelta stupida, e la stupidità ha già abbastanza successo. Sarebbe ora di dare spazio al buon senso e alla ragione. Scusate se non mi alzo.

  • Essential

    Ma LOL

  • Bohh

    ma…tutti i video lo fanno…